Approfondimenti

Beauty routine estiva per un’abbronzatura sicura e duratura

Cosa fare per abbronzatura sicura e duratura

Estate è sinonimo di sole, mare e abbronzatura! Per abbronzarsi bene e mantenere l’abbronzatura a lungo è importante rispettare 3 fasi: preparazione della pelle prima, protezione durante e nutrimento dopo l’esposizione. Vediamole nel dettaglio.

Preparazione della pelle all’esposizione solare

Per preparare la pelle è bene effettuare un leggero scrub 1-2 volte alla settimana. L’esfoliazione della cute permette infatti di eliminare le cellule epidermiche morte e favorire la loro rigenerazione evitando che la pelle si desquami dopo l’esposizione solare. Questo consente di ottenere un’abbronzatura più omogenea, brillante e duratura.

Per rendere la pelle più resistente all’azione dei raggi UV è inoltre molto importante idratare la pelle da dentro bevendo molta acqua e mangiando i cibi giusti. Per favorire l’abbronzatura gli alimenti più consigliati sono quelli ricchi di:

  • omega 3 e 6: queste sostanze sono indispensabili per mantenere l’integrità delle membrane cellulari. Sono contenuti principalmente nel pesce azzurro, nei crostacei, nelle noci, nella frutta secca e negli oli vegetali;
  • carotenoidi: queste sostanze favoriscono la produzione di melanina, hanno un effetto antiossidante ed aiutano a mantenere la pelle elastica. Sono contenuti negli alimenti di colore giallo-arancione come carote, peperoni, albicocche, pesche, meloni:
  • vitamine e sali minerali: utili per il benessere della pelle e per aiutare il nostro corpo a far fronte al caldo estivo. Sono contenuti in frutta e verdure fresche.

Protezione solare

Durante l’esposizione solare la pelle va protetta con un’adeguata protezione solare.

Scegliete i vostri prodotti solari in relazione al fototipo della vostra pelle. Cercate di fare molta attenzione soprattutto alle prime esposizioni per evitare scottature utilizzando una protezione solare alta all’inizio e poi gradualmente abbassate il livello di protezione in relazione alla reazione della melanina. La crema solare va spalmata nella giusta quantità e più volte durante il giorno, soprattutto dopo bagni e docce. Non usate creme prive di protezione solare.

Per ottenere un’abbronzatura invidiabile vi consigliamo inoltre:

  • di esporvi gradualmente al sole. L’esposizione graduale stimolerà la vostra melanina, pigmento che la pelle produce naturalmente per proteggersi dai raggi UV. All’inizio l’abbronzatura vi sembrerà debole, ma comparirà dopo alcuni giorni, più sana e duratura, al posto del classico arrossamento di fine giornata. Non ci sono efficaci trucchi per abbronzarsi velocemente;
  • evitare di indossare costumi particolari, con laccetti o cerchi, per non ottenere abbronzature a macchie;
  • evitate di mettere profumi o prodotti che contengono alcool perché tendono a seccare la pelle;
  • evitare di indossare bigiotteria: oltre a non abbronzarvi in modo omogeneo potrebbe creare delle reazioni avverse;
  • sfruttare il sole di fine estate. Per mantenere l’abbronzatura cerchiamo di sfruttare gli ultimi soli di fine estate e le belle giornate successive, esponendoci al sole un poco ogni giorno.

Nutrimento pelle dopo esposizione al sole

Dopo l’esposizione solare la pelle ha bisogno di essere nutrita con una buona crema doposole naturale. Oltre ad idratare la cute, il doposole svolge sulla pelle un’azione lenitiva contro eventuali arrossamenti e favorisce il fisiologico riequilibrio della cute. Si consiglia l’applicazione di una buona crema doposole dopo la doccia con un leggero massaggio su tutto il corpo, a base di ingredienti funzionali e naturali come:

  • Aloe: il gel di questa pianta è un doposole naturale, lenitivo e idratante, consigliato per contrastare gli arrossamenti cutanei provocati dal sole. Si può utilizzare direttamente la foglia di una pianta di Aloe che possiamo avere in casa ma è importante evitare il contatto diretto del sole perché il gel contenuto non è privo di rischi. Infatti nella foglia dell’Aloe tra il gel e la lamina fogliare esiste un sottile strato da cui si ricava il succo, ricco di antrachinoni. Questi principi attivi sono fotosensibili e a contatto con i raggi solari provocano l’irritazione della pelle. Il gel di Aloe che troviamo all’interno delle creme infatti è più sicuro in quanto il processo di   estrazione del gel dalla foglia è controllato.
  • Calendula: è una pianta amica della nostra pelle in quanto possiede proprietà emollienti, lenitive, rinfrescanti, protettive, riepitelizzanti. Ottimizza l’irrorazione sanguigna della cute, migliorandone così il trofismo e manifestando inoltre un’attività purificante.
  • Olio di mandorle dolci: l’olio di mandorle dolci protegge la pelle dalla disidratazione, attiva la riparazione della pelle, lenisce prurito e irritazioni e aiuta a prevenire la comparsa degli inestetismi delle smagliature. E’ indicato per le pelli molto secche, delicate, arrossate, sensibili e screpolate.
  • Burro di karité: è una sostanza semisolida ottenuta dai semi di Butyrospermum parkii, una pianta ad alto fusto della savana Sub Sahariana. Ha proprietà antiossidanti, fotoprotettive, nutrienti, lenitive, emollienti e rigeneranti la barriera cutanea. Questo burro è molto usato come doposole in quanto aiuta a tonificare ed ammorbidire le pelli secche ed è particolarmente apprezzato per le sue proprietà disarrosanti ed elasticizzanti.

Per le zone più irritate si consiglia di fare una sorta di impacco da tenere per diversi minuti. Molto spesso il viso ne risente di più, sarebbe utile una buona crema viso molto idratante, con cui fare una maschera lenitiva. Con questa pratica si permette così alla cute di riprendersi dallo stress e di poter esporsi nuovamente il giorno dopo.

Questo articolo è a puro scopo informativo, si basa sull’uso popolare tradizionale e sulla letteratura scientifica, e non vuole essere in alcun modo di natura prescrittiva. Prima dell’utilizzo di qualsiasi rimedio naturale chiedere consiglio al proprio medico curante.

Schede Erbe:

Per maggiori informazioni sulle Erbe presenti sull’articolo cliccare sui seguenti link:

Aloe VeraAloe vera (L.) Burm. F.
CalendulaCalendula officinalis L.

Erbecedario Erboristeria online: vendita prodotti naturali, artigianali ed italiani

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI