Approfondimenti

A cosa serve lo Scrub?

cosa-serve-scrub-pelle

Scrub ed esfolianti sono armi vincenti per rimuovere varie impurità dalla nostra pelle come: smog, polvere, trucco e cellule morte. Questo tipo di trattamenti sono molto utili per rendere la pelle più sana e luminosa.

Perché è utile l’esfoliazione della pelle?

E’ importante esfoliare la pelle perché oltre ad andare a liberare la pelle dalle cellule morte questo intervento stimola la micro-circolazione della pelle che si rivitalizza e appare più luminosa. Inoltre l’esfoliazione prepara la pelle ad assorbire i principi attivi delle creme o degli oli che verranno applicati successivamente. Attenzione alle parti del corpo più delicate.

Come fare un’esfoliazione corretta?

Innanzitutto si deve detergere bene la pelle. Applicare l’esfoliante sulla pelle umida con movimenti circolari. Cercate di non insistete troppo su determinate zone e state più leggeri sulla pelle più delicata come il contorno occhi ed il contorno labbra per quanto riguarda il viso e su inguine e in prossimità dei capezzoli per il resto del corpo.

Ogni quanto è consigliato fare uno scrub?

Non bisogna esagerare. Per ottenere dei buoni risultati è sufficiente una volta a settimana. Per pelli delicate anche ogni 10-15 giorni. E’ bene svolgere questa pratica ma senza andare ad irritare la propria pelle, quindi cercate di svolgere uno scrub non troppo invadente e irritante per la cute.

Attenzione: Mai svolgere un trattamento scrub, peeling o gommage su pelle lesa.

Che differenza c’è tra Scrub, gommage e peeling?

Molto spesso vengono usati come sinonimi ma in realtà sono procedimenti diversi:

  • Il peeling è un’esfoliazione praticata soprattutto in centri estetici, che consiste nell’uso di agenti chimici che reagiscono sugli strati più superficiali della cute;
  • Il gommage invece è usato per la pelle più sensibile e delicata come quella del viso, infatti consiste in un’esfoliazione dolce, usando ingredienti in forma di polveri con una bassa granulometria o con una densità più alta come il miele che agisce sulla pelle proprio come fosse una gomma, ripulendo e levigando il viso;
  • Lo scrub è un leggero massaggio abrasivo, che aiuta a rimuovere le cellule morte che si depositano sulla pelle. Si usano ingredienti con una granulometria più alta rispetto al gommage come ad esempio pezzettini di crusca o avena. Tali ingredienti sono fondamentali per l’azione dello scrub, l’obiettivo è quello di aumentare il ricambio cellulare e quindi aiutare il rinnovamento del tessuto cutaneo.

I due ingredienti principali di uno scrub fai da te:

Il primo è sicuramente il sale marino che aiuta la pelle ad eliminare le impurità, il secondo invece è un buon olio vegetale il cui compito principale è ridonare alla pelle la giusta idratazione ed elasticità.

Sale

Il sale grazie alla sua composizione granulosa è l’ingrediente ideale per effettuare uno scrub. Si può scegliere tra il sale fino e il sale grosso oppure si può anche pensare di mescolare le due differenti granulomentrie. Oltre a questo il sale è ricco di sali minerali che ci aiutano a purificare la pelle tra cui: lo zinco che riequilibra la produzione di sebo e aumenta la produzione di collagene che ristabilisce il Ph corretto della pelle, e il potassio dal potere antibatterico. Perfetto quindi per esfoliare e levigare la pelle.

Olio vegetale

Il secondo ingrediente è un buon olio vegetale: Da scegliere in base all’azione che vogliamo ottenere:

  • Azione anti-età: olio di Argan, oleolito di iperico;
  • Azione nutriente: olio di Jojoba, olio di avocado;
  • Azione drenante: olio di edera, olio di mandorle dolci.

Altri ingredienti come: succhi, oli essenziali, idrolati e miele lavorano in sinergia con l’olio vegetale potenziandone l’attività.

Scopri come preparare direttamente a casa uno scrub fai da te.

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta