Approfondimenti

Le erbe che favoriscono la regolazione della pressione naturalmente

Erbe per abbassare la pressione alta

Alcuni clienti della nostra erboristeria ci parlavano in questi giorni dei loro problemi di pressione alta, chiedendo se esistono dei modi per ridurre in modo naturale la pressione.

È un’occasione interessante per accennare ad alcuni rimedi naturali per normalizzare questo disequilibrio e tornare quindi a valori nella media per la propria età.

Una volta che il proprio medico ha escluso patologie che possono essere alla base del rialzo della pressione, sicuri di seguire un’alimentazione salutare e di praticare un’adeguata attività sportiva, ci si può orientare verso alcuni rimedi naturali a base di erbe officinali.

Erbe per abbassare la pressione

Quali erbe officinali aiutano a regolarizzare la pressione sanguigna?

Biancospino (Crataegus oxyacantha L.)

La prima pianta di cui vi voglio parlare è il Biancospino, considerata uno dei rimedi naturali più utili per sostenere la fisiologica funzionalità dell’apparato cardio-vascolare e regolare la pressione arteriosa. Infatti “agisce dilatando la muscolatura dei vasi, in particolare quelli coronarici, per cui diminuendo la resistenza periferica determina un’azione ipotensiva” (E. Campanini, Dizionario di fitoterapia e piante medicinali).

Il Biancospino presenta inoltre proprietà rilassanti, che possono aiutare a ridurre la componente stressante di alcuni stati ipertensivi.

Parte utilizzata: foglie e fiori, gemme.

Principi attivi: flavonoidi tra cui spicca l’iperoside, leucoantocianidine, acidi triterpenici, steroli.

Modalità di assunzione: soluzione idroalcolica (tintura madre), tisana o estratti secchi ottenuti da foglie e fiori. Soluzione idrogliceroalcolica (gemmoderivato) ottenuta dalle gemme.

 

Olivo (Olea europea L.)

Come il Biancospino, anche l’Olivo vanta una lunga tradizione fitoterapica come rimedio naturale per regolarizzare la pressione. “La sua azione è di tipo periferico e consiste in una spiccata vasodilatazione. Quest’ultima è dovuta al rilasciamento della muscolatura liscia dei vasi arteriosi per un’azione di riduzione della capacità di contrazione delle cellule muscolari lisce della parete vasale” (F. Piterà, Gemmoterapia fondamenti scientifici della moderna meristemoterapia).

Ma le proprietà benefiche dell’Olivo nei confronti dell’apparato cardio-vascolare non si fermano qui. Infatti svolge anche un’azione antiossidante ed è in grado di favorire il fisiologico metabolismo dei grassi e degli zuccheri.

Parte utilizzata: foglie, gemme

Principi attivi: iridoidi tra cui spicca l’oleuropeoside, triterpeni, acidi fenolici, sostanze amare, sali minerali

Modalità di assunzione: tisana e soluzione idroalcolica (tintura madre) ottenute dalle foglie. Soluzione idroglicoalcolica (gemmoderivato) ottenuta dalle gemme.

Cardiaca (Leonorus cardiaca L.)

Un’altra pianta con azione normalizzante sulla pressione è la Cardiaca, alla pianta infatti sono riconosciute proprietà rilassanti a livello generale e cardiaco. “A livello dell’apparato cardio-circolatorio agisce determinando vasodilatazione, ipotensione e rallentamento della frequenza cardiaca” (E. Campanini, Dizionario di fitoterapia e piante medicinali).

Parte utilizzata: parti aeree

Principi attivi: alcaloidi, tannini, flavonoidi, iridoidi

Modalità di assunzione: tisana e soluzione idroalcolica (tintura madre).

Aglio (Allium sativum L.)

L’Aglio è una pianta da sempre apprezzata per i suoi effetti benefici sull’apparato cardio-vascolare dove svolge proprietà antiossidanti riducendo l’aggregazione piastrinica, favorendo il metabolismo dei grassi e la regolarità della pressione. Secondo l’OMS l’aglio “può essere usato come coadiuvante nel trattamento delle iperlipidemie (colesterolo e trigliceridi), nella prevenzione dell’aterosclerosi vascolare e può essere utile nel trattamento dell’ipertensione di tipo lieve”.

Parte utilizzata: bulbi

Principi attivi: olio essenziale, saponosidi steroidici e triterpenici, flavonoidi, zuccheri, sali minerali

Modalità di assunzione: polvere o estratto secco meglio se in capsule enteroprotette in modo da evitare effetti collaterali come l’odore pesante dell’alito. Per lo stesso motivo meglio evitare l’aglio fresco e la soluzione idroalcolica (tintura madre).

 

Consigli per abbassare la pressione in modo naturale

Un corretto stile di vita ed una sana alimentazione possono essere di grande aiuto nel mantenere valori normali e ottimali della pressione. Nelle forme lievi possono addirittura rappresentare l’unico modo per mantenere nella norma i valori, ovviamente essendo seguiti da un medico specialista.

Fondamentale è ridurre l’uso del sale a tavola e dei cibi che ne sono ricchi (alimenti in scatola, salamoia, dadi, alimenti affumicati) in quanto elevati apporti di sodio aumentano il rischio di ipertensione.

Altri consigli:

  • Scegliere cibi con un basso contenuto di grassi saturi e colesterolo
  • Scegliere cibi ad elevato contenuto di fibre e basso tenore in zuccheri semplici
  • Cuocere i cibi in modo semplice come al vapore, griglia o pentola a pressione
  • Evitare l’uso di alcolici e superalcolici, è infatti nota una correlazione tra alcool e ipertensione
  • Non fumare, il fumo infatti aumenta in rischio di ipertensione, infarto ed altre malattie cardiovascolari
  • Mangiare verdure crude o cotte in porzioni abbondanti. Questo permette di introdurre sali minerali, vitamine e antiossidanti, sostanze che aiutano a ridurre il rischio cardiovascolare. Particolarmente utile è il potassio presente soprattutto in carciofi e spinaci
  • Evitare un uso eccessivo di Liquirizia, pianta nota per il suo effetto rialzante sulla pressione
  • Mangiare con moderazione e se in sovrappeso mettersi a dieta per cercare di tornare ad un peso normale in quanto i chili in eccesso fanno aumentare il lavoro del cuore
  • Avere uno stile di vita più attivo cercando di muoversi di più. Per esempio ci può spostare a piedi o in bici, evitare l’uso dell’ascensore e fare le scale. L’ideale sarebbe praticare una regolare attività fisica, compatibilmente con il proprio fisico e con le proprie esigenze
  • Misurare e controllare regolarmente i valori pressori in quanto il loro innalzamento non si manifesta con sintomi specifici, ma nella maggior parte dei casi rimane silente.

 

Questo articolo è a puro scopo informativo, si basa sull’uso popolare tradizionale e sulla letteratura scientifica, e non vuole essere in alcun modo di natura prescrittiva. Prima dell’utilizzo di qualsiasi rimedio naturale chiedere consiglio al proprio medico curante.

 

Fonti:

  • Enrica Campanini. (2012), Dizionario di fitoterapia e piante medicinali. Ed. Tecniche Nuove.
  • Fernando Piterà. (2018), Gemmoterapia Fondamenti scientifici della moderna meristemoterapia. Nuova Ipsa Editore 

Schede Erbe:

Per maggiori informazioni sulle Erbe presenti sull’articolo cliccare sui seguenti link:

BiancospinoCrataegus monogyna Jacq. (Lindm.)
CardiacaLeonurus cardiaca L.
OlivoOlea europaea L.

Erbecedario Erboristeria online: vendita prodotti naturali, artigianali ed italiani

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI