Approfondimenti

Oleolito di Iperico, rimedio naturale per le scottature

Le scottature sono tra gli incidenti domestici più comuni e frequenti.

Ci si può scottare ad esempio maneggiando una pentola bollente, stirando oppure perché si sta eccessivamente al sole senza un’adeguata protezione.

In genere sono bruciature di piccola entità che però possono causare fastidio e piccole ferite.

Cosa mettere sulle scottature? Fortunatamente esistono dei validi rimedi naturali, come l’oleolito di iperico, che sono in grado di dare sollievo alla pelle in caso di ustioni. Scopriamolo meglio in questo articolo.

Oleolito di iperico: cos’è e come si fa

L’iperico (Hypericum perforatum L.) è una pianta erbacea molto diffusa in Italia, che cresce spontanea nei prati, ai bordi delle strade e lungo i fossati fino a 1500 metri. Si riconosce per i suoi graziosi fiorellini gialli-oro che, se stropicciati tra le dita rilasciano il loro inconfondibile colore rosso-violaceo, e per la presenza sulle foglie di piccole ghiandole, dove sono contenuti i principi attivi della pianta, che in controluce assomigliano a dei forellini.

Un tempo era ritenuta una pianta magica ed un rimedio miracoloso per scacciare ogni tipo di male e tenere lontano diavoli e sciagure.

Oggi il suo olio, che si ottiene dalla macerazione delle sommità fiorite in un olio vegetale, è utilizzato per il trattamento esterno di varie lesioni ed irritazioni della pelle come piccole ferite, scottature e piaghe. Ad uso interno invece è consigliata la tintura madre, la quale favorisce il tono dell’umore.

L’olio di iperico è un estratto dalla preparazione molto semplice, che può essere fatto anche in casa.

La ricetta tradizionale prevede che l’Iperico venga raccolto manualmente il giorno del 24 Giugno, ed è per questo che viene denominato volgarmente anche “erba di San Giovanni”. Si deve poi porre l’iperico fresco in un vasetto di vetro, ricoprendolo interamente con olio extra vergine di oliva o altro olio vegetale. Richiudere il recipiente e metterlo in un luogo soleggiato per circa 30 giorni, agitandolo o mescolandolo di tanto in tanto. Dopo qualche giorno si vede che l’olio inizia a colorarsi di rosso: questa è la caratteristica dell’olio di iperico e significa che i principi attivi iniziano a passare dalla pianta all’olio. Alla fine della macerazione l’olio avrà un colore rosso molto intenso. Trascorso il tempo previsto filtrare il preparato in modo accurato e conservarlo in una bottiglietta di vetro scuro, utilizzandolo al bisogno.

A cosa serve, proprietà e benefici dopo scottature

L’olio di iperico possiede sulla pelle proprietà:

  • antisettiche
  • lenitive
  • emollienti
  • cicatrizzanti

Proprio per questo è consigliato per favorire il benessere e la bellezza della pelle, rivelandosi soprattutto un valido aiuto naturale per favorire la guarigione di bruciature ed ustioni.

Applicato sulle scottature solari, aiuta ad alleviare la sensazione di bruciore ed il rossore e a donare alla pelle morbidezza ed idratazione. Mentre in caso di scottature casalinghe (da forno, da acqua bollente o da ferro da stiro) aiuta a diminuire la formazione delle tipiche bolle e vesciche da scottatura e stimola la rigenerazione dei tessuti lesionati, favorendo la rimarginazione della lesione, la quale si cicatrizza meglio e più rapidamente.

Ovviamente in caso di ustioni di grave entità (terzo grado), bisogna recarsi al pronto soccorso per essere trattate da specifiche cure mediche in quanto possono raggiungere i tessuti più profondi e danneggiare perfino i nervi.

Come usare

Si consiglia di utilizzare l’olio di iperico puro, applicandolo generosamente sulla zona interessata anche 2/3 volte al giorno.

In alternativa si possono utilizzare creme, gel, pomate od unguenti a base di olio di iperico. In questo caso si deve controllare che l’olio di iperico sia tra i primi ingredienti indicati in etichetta e che non siano contenuti derivati del petrolio, siliconi e conservanti aggressivi per la pelle.

Controindicazioni

L’iperico è fotosensibilizzante, in grado cioè di provocare arrossamenti ed eritemi solari al contatto con i raggi UV. Si consiglia quindi di evitare esposizioni solari prolungate o trattamenti con lampade dopo la sua applicazione. Inoltre è controindicato nelle persone con allergia individuale alla pianta.

Dove comprarlo

L’olio di iperico si può acquistare presso negozi specializzati, soprattutto erboristerie, più difficilmente in farmacia.

Erbecedario Erboristeria online: vendita prodotti naturali, artigianali ed italiani

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI