Approfondimenti

Le domande più frequenti dei clienti della nostra erboristeria 

Prodotti naturali in erboristeria

Quando le persone entrano in erboristeria portano con sé anche una serie di richieste per chiarire i loro dubbi e le loro curiosità sulle proprietà delle erbe officinali, sull’utilizzo dei prodotti naturali e sul benessere naturale.

Abbiamo cercato di individuare, tra le tante, le domande che i nostri clienti ci pongono quasi ogni giorno nel nostro negozio oppure on line e ve le proponiamo in questo articolo.

Avete qualche rimedio naturale per il gonfiore?

Un’alimentazione irregolare, il consumo di pasti in modo disordinato e frettoloso, in ambienti poco tranquilli e senza il tempo di masticare bene, portano spesso a ritrovarsi con la fastidiosa sensazione di pancia gonfia.

Prima di tutto quindi bisognerebbe correggere le proprie abitudini alimentari, mangiando in modo sano e calmo.

Si può ricorrere poi all’uso di rimedi naturali a base di piante officinali che favoriscono la digestione e l’eliminazione dei gas intestinali come Finocchio, Anice, Cumino, Coriandolo e Carbone vegetale.

C’è qualcosa di naturale per rilassarsi?

Stress, nervosismo, agitazione e cattivo umore sono disturbi sempre più diffusi a causa della vita frenetica e dei numerosi impegni quotidiani a cui si deve far fronte.

Per aiutare il rilassamento del corpo la natura ci viene incontro offrendoci rimedi dall’azione calmante e favorenti il normale tono dell’umore come Valeriana, Melissa, Biancospino e Passiflora.

Bere, ad esempio, una tisana a base di queste piante è sicuramente un buon modo per aiutare a contrastare le tensioni della giornata e tranquillizzare il corpo.

Ma si possono assumere anche sottoforma di tinture madri, tavolette, capsule o sciroppi.

Quali erbe posso prendere per depurare il corpo?

La depurazione è la base del benessere ed è un processo fisiologico che avviene normalmente nel nostro corpo. A volte però alcuni fattori come l’inquinamento ambientale, uno stile di vita frenetico, un’alimentazione scorretta portano il nostro organismo ad un accumulo eccessivo di tossine inviandoci segnali come eccessiva stanchezza, difficoltà a digerire bene, stitichezza, eruzioni cutanee etc.

Tarassaco, Carciofo, Cardo mariano, Ortica e Bardana sono le principali piante officinali che aiutano il corpo ad eliminare le tossine in eccesso grazie alle loro spiccate proprietà depurative e stimolanti le funzioni epatiche.

Per quanto tempo si deve prendere un prodotto naturale?

Quando si utilizza un integratore o un rimedio naturale l’effetto fisiologico non è immediato ma per ottenere un reale beneficio è importante assumerlo con una certa costanza e regolarità, rispettando il dosaggio indicato sulla confezione.

Tuttavia è bene tenere presente anche che l’assunzione non si deve prolungare troppo nel tempo in quanto questo potrebbe causare effetti negativi per l’organismo.

In genere si consigliano cicli di 2/3 mesi, alternati ad almeno 15/20 giorni di pausa.

Si può assumere per bocca un olio essenziale?

Gli oli essenziali sono delle sostanze molte concentrate e potenti, da utilizzare con molta attenzione. Anche solo alcune gocce in più rispetto al dosaggio consigliato sono sufficienti per avere un effetto irritante sulle mucose interne e altre conseguenze negative, anziché il risultato benefico desiderato.

L’uso per via orale è pertanto sconsigliato, se non su specifico consiglio di un esperto.

Sono in gravidanza, avete un rimedio naturale per le gambe gonfie?

Per alleviare la sensazione di gambe stanche e pesanti in gravidanza si possono effettuare pediluvi con oli essenziali (ad esempio Ginepro, Rosmarino e Limone) o applicare creme a base di estratti vegetali dall’azione rinfrescante, defatigante e favorenti il microcircolo come Menta, Rusco, Amamelide, Centella.

E’ meglio invece non assumere prodotti ad uso interno in quanto non si è ancora sicuri della totale innocuità delle piante officinali sul feto. In via precauzionale pertanto i rimedi naturali da ingerire vengono sconsigliati durante la gravidanza.

Assumo farmaci posso assumere tranquillamente i prodotti erboristici?

Quando si assumono farmaci e si soffre di patologie gravi è sempre meglio sentire il parere del proprio medico prima di utilizzare integratori alimentari o prodotti naturali. Possono infatti verificarsi delle interazioni, che aumentano o diminuiscono l’effetto della terapia farmacologica con conseguenze anche gravi. Particolare attenzione si deve porre soprattutto con I’Iperico, il Ginkgo biloba, la Liquirizia ed il Ginseng.

Il mio bambino si ammala spesso, come posso aiutarlo?

I bambini tendono ad ammalarsi spesso in quanto hanno un sistema immunitario debole e non ancora completo. In questo caso può risultare utile l’assunzione di rimedi a base di piante che stimolano le naturali difese del corpo, come Echinacea, Rosa canina e Propoli. Si consiglia di utilizzare prodotti appositamente formulati per bambini a partire dai 2 anni e chiedendo sempre il parere del proprio pediatra. 

Per maggiori informazioni sulle Erbe presenti sull’articolo cliccare sui seguenti link: 

BardanaArctium lappa L.
BiancospinoCrataegus monogyna Jacq. (Lindm.)
CarciofoCynara scolymus L.
CuminoCarum carvi L.
EchinaceaEchinacea angustifolia L.
Finocchio SelvaticoFoeniculum vulgare Miller
GineproJuniperus communis L.
IpericoHypericum perforatum L.
MelissaMelissa officinalis L.
MentaMentha x piperita L.
OrticaUrtica dioica L.
Rosa CaninaRosa canina L.
RosmarinoRosmarinus officinalis L.
Rusco, Ruscus aculeatus L.
TarassacoTaraxacum officinale Weber

Erbecedario Erboristeria online: vendita prodotti naturali, artigianali ed italiani

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI