Approfondimenti

Quale dieta e quali consigli seguire per avere la pancia piatta?

dieta-rimedi-naturali-pancia-piatta

Esistono alcuni gesti semplici e pochi accorgimenti per ritrovare l’equilibrio ed essere in forma. Ecco alcuni consigli utili su come avere (e mantenere) la pancia piatta bevendo molta acqua e grazie al consumo di fibre, scaricando bene l’intestino e utilizzando carbone vegetale e rimedi naturali a base di piante officinali.

Consigli per ottenere una pancia piatta

Bere molta acqua

Molto spesso la “pancetta” non è grasso ma semplicemente ritenzione idrica eliminabile bevendo molta acqua durante il giorno. Portate sempre con voi una bottiglietta d’acqua, meglio se liscia. Le bollicine infatti potrebbero causare gonfiore, meglio evitare bibite ed acqua gassate. Cominciate a bere acqua già appena svegli, anche solo un bel bicchiere d’acqua prima di colazione aiuta il vostro organismo ad eliminare le tossine accumulate durante la notte. Bere molta acqua aiuta a dimagrire.

Consumare fibre

Consumare le fibre prima di ogni pasto. Mangiate prima del primo la vostra bella insalatina o il contorno che vi siete preparati e solo successivamente passate a carboidrati e proteine. Le fibre infatti si rigonfiano all’interno dello stomaco trasmettendovi senso di sazietà e di conseguenza tenderete a mangiare meno. Oltre al fatto che le fibre puliscono e regolarizzano il vostro intestino.

Contrastare gonfiore e meteorismo

Fare attenzione ad intolleranze ed allergie

In caso di gonfiore addominale dato da meteorismo, cercate di capire se tale reazione è data da un’intolleranza a qualche alimento. Fate il test in farmacia, e tenete ben presente che intolleranza non significa allergia. A differenza di quest’ultima infatti l’intolleranza è transitoria, quindi il vostro organismo ha sviluppato questa sensibilità per certo periodo di tempo… piano piano si deve re-integrare l’alimento nella propria dieta. Il consiglio in questo caso è di affidarsi ad un dietologo.

Carbone vegetale contro il meteorismo

Se il meteorismo è dato dall’aria che ingerite mangiando potete fare uso del carbone vegetale. Cos’è? Il carbone vegetale è un carbone ottenuto dalla combustione di particolari arbusti, e che grazie alla sua particolare conformazione chimica è in grado di catturare i gas intestinali. Infatti il carbone è una molecola porosa che si lega molto facilmente con questi gas ma altrettanto facilmente anche con altre molecole. Usato in passato come rimedio salvavita in caso di intossicazioni alimentari in quanto facilmente si lega alle molecole dell’alimento che causa problemi facilitandone l’eliminazione. Ponete attenzione a non utilizzare il carbone in associazione con i farmaci, altrimenti il carbone catturerà inevitabilmente il farmaco annullando la sua azione.

Scaricare bene l’intestino

Scaricare bene l’intestino è importante ma attenzione ai rimedi vegetali che assumete! La senna è una delle piante maggiormente usate in erboristeria per dare sollievo in caso di stipsi. Ma attenzione! è una pianta ad antrachinoni, principi attivi irritanti per l’intestino. Essi infatti possono aiutare nell’immediato ma se assunti per lungo tempo possono provocare la sindrome dell’intestino pigro e quindi aggravano la situazione. Si consiglia di preferire lassativi vegetalidi massa” cioè ricchi di principi attivi a mucillagini che si rigonfiano all’interno dell’intestino aumentando la peristalsi senza provocare danni.

Regole generali di educazione alimentare:

  • Mangiare frutta e verdura di stagione. La frutta non può assolutamente mancare in una dieta sana ed equilibrata. Ricca di vitamine ed acqua, ci aiutano a far fronte all’estate. Ma attenzione a come viene conservata, con la bella stagione le temperature si alzano e la conservazione del cibo diventa molto importante in quanto il calore aumenta il deperimento degli alimenti. Si consiglia di lavare bene i cibi consumati crudi. Scegliete il più possibile frutta e verdura non trattata e soprattutto di stagione.
  • Attenzione a come cucinate i vostri piatti! Ci sono dei tipi ci cottura con cui si riesce a limitare l’ingestione dei grassi di condimento ma ottenendo comunque un piatto gustoso e gratificante. Cotture come quella al vapore, alla griglia e alla piastra sono quelle più indicate per piatti leggeri, sani ma senza rinunciare al gusto.
  • Per dimagrire senza fatica basta semplicemente usare un po’ di fantasia. Basta mangiare di tutto un po’. Esagerare con determinati alimenti non fa bene. Tutti gli alimenti vanno ragionevolmente misurati, come anche i condimenti. Quindi diminuendo le porzioni dei piatti ma giocando sui contorni e quindi usando un po’ di fantasia, si può davvero fare la differenza.
  • E’ sbagliato porsi delle diete troppo restrittive che alla fine non riusciamo a mantenere. Al contrario è bene prendere quelle poche semplici regole e farle entrare nella nostra quotidianità.
  • La vostra dieta non deve essere volta solo al fine di perdere peso. Ponete attenzione anche al livello del colesterolo e degli zuccheri nel sangue. Più fate attenzione a questi valori più svolgete una prevenzione per il benessere di tutto l’organismo.

Si può inoltre fare ricorso alla fitoterapia ed alla fitoalimurgia per aiutare il nostro organismo a ritrovare l’equilibrio, ecco qualche esempio:

Piante per il gonfiore addominale

  • Anice;
  • Finocchio;
  • Cumino (piante carminative, cioè che aiutano l’organismo ad eliminare i gas intestinali);
  • Carbone vegetale.

Piante per stimolare la diuresi e l’eliminazione della ritenzione idrica

Piante per migliorare la digestione dopo i pasti

  • Melissa;
  • Verbena;
  • Angelica;
  • Finocchio;
  • Rabarbaro;
  • Genziana;
  • Timo;
  • Menta;
  • Rosmarino.

Piante per migliorare il transito intestinale

  • Psillio;
  • Semi di Lino;
  • Frassino manna;
  • Malva;
  • Altea.

Email: info@erbecedario.it

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta