Approfondimenti

Cos’è la fitoterapia?

Significato fitoterapia

Phyton= pianta, Therapeia= cura

Il significato del termine fitoterapia deriva dal greco phytón (pianta) e therapéia (cura), e indica l’utilizzo di piante o loro estratti per la prevenzione e la cura di varie malattie, utile per mantenere un buon stato di salute e di benessere psicofisico dell’organismo.

La droga per i prodotti fitoterapici

I prodotti fitoterapici utili come rimedi naturali per determinate problematiche si basano sull’utilizzo dei principi attivi estratti dalle droghe delle erbe officinali.

La droga è infatti la parte della pianta contenente la maggior quantità di principi attivi e quindi utilizzata a scopo terapeutico. Varia da pianta a pianta e può essere rappresentata da:

  • Fiori;
  • Corteccie;
  • Radici, rizomi;
  • Gemme;
  • Sommità fiorite;
  • Pianta intera;
  • Foglie;
  • Semi;
  • Frutti.

Alcuni esempi di droghe

  • Calendula, Camomilla: fiore
  • Salice, Cannella: corteccia
  • Bardana, Tarassaco, Genziana, Valeriana, Echinacea: radice
  • Ribes nero: gemme
  • Iperico, Verbasco, Achillea: sommità fiorite
  • Rosa canina, Ginepro: frutto
  • Finocchio, Anice verde, Coriandolo: frutti (spesso erroneamente denominati “semi”).
  • Lino, Psillio, Cardo mariano: semi
  • Equiseto: fusti sterili

Alcune piante possono fornire 2 o più tipi di droghe con proprietà farmacologiche diverse come ad esempio:

ORTICA (Urtica dioca):

  • Foglie: diuretiche, depurative, remineralizzanti
  • Radice: attività benefica per la prostata

TIGLIO (Tilia tomentosa)

  • Fiori e brattee: rilassanti
  • Alburno: diuretico profondo

Maggiori approfondimenti sul tema dalla fitoterapia nelle prossime settimane.

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta