Approfondimenti

Proprietà ed utilizzi del Gemmoderivato di Fico

Ficus Carica Gemmoderivato o Macerato Glicerico Fico

Se si soffre di nervosismo e agitazione e si vorrebbe avere sempre il controllo della situazione è molto probabile che l’organismo entri in stato di stress e che reagisca producendo un’eccessiva quantità di succhi gastrici, provocando gastrite, gonfiore e reflusso.

In questo caso il Gemmoderivato di Fico detto anche Soluzione Idrogliceroalcolica, può essere un valido rimedio naturale.

Cos’è il Gemmoderivato (Soluzione Idrogliceroalcolica) di Fico

La forma del frutto del Fico ricorda proprio una piccola sacca, con un po’ di fantasia paragonabile alla forma del nostro stomaco. Forse è un piccolo indizio da parte di Madre Natura per indicarci di usare questa pianta per le problematiche del nostro apparato digerente.

Infatti il Gemmoderivato di Fico è un estratto utilizzato in gemmoterapia per trattare problemi digestivi (gastrite, reflusso, digestione lenta) provocati da ansia, agitazione e forte stress.

Si tratta di un macerato glicerico ottenuto dalle gemme della pianta di Ficus carica L. (Fico). I principi attivi vengono estratti dalle giovani parti della pianta (germogli, gemme, ecc) attraverso una soluzione di acqua, glicerina e alcool. Caratterizzato da una gradazione alcolica inferiore rispetto alla Tintura Madre (Soluzione Idroalcolica).

Proprietà e benefici

Scopriamo i meccanismi con cui agisce questo gemmoderivato.

Il Gemmoderivato di Fico agisce a livello dei centri nervosi del nostro cervello che regolano la digestione e la peristalsi intestinale. Riduce la produzione di un ormone (gastrina) responsabile della secrezione dei succhi gastrici, oltre ad essere un ottimo spasmolitico e lenitivo a livello dello stomaco. Combatte così gonfiore e reflusso acido.

Mostra importanti proprietà:

  • Normalizzanti a livello della secrezione e motilità gastrica
  • Digestive
  • Lenitive
  • Spasmolitiche

Utilizzo / rimedi naturali

E’ tra i rimedi naturali più utilizzati in erboristeria in caso di:

  • problemi digestivi derivanti da stress

Spesso il Gemmoderivato di Fico viene associato al Gemmoderivato di Tiglio per potenziarne l’effetto calmante.

Come e quando assumerlo

Ficus carica gemmoderivato (o popolarmente conosciuto anche come Ficus carica gocce) si assume in gocce diluite in mezzo bicchiere d’acqua.

La dose giornaliera è di 60 gocce per due volte al giorno, prima dei pasti principali. Il trattamento con questo Gemmoderivato si può iniziare in qualsiasi periodo dell’anno e si possono fare cicli di assunzione anche di 1-3 mesi.

Controindicazioni

Pianta generalmente considerata sicura alle dosi consigliate.

Non assumere in caso di allergia e sensibilità personale.

Evitare l’assunzione in gravidanza ed allattamento, mentre si può consumare tranquillamente il frutto.

 

Questo articolo è a puro scopo informativo, si basa sull’uso popolare tradizionale e sulla letteratura scientifica, e non vuole essere in alcun modo di natura prescrittiva. Prima dell’utilizzo di qualsiasi rimedio naturale chiedere consiglio al proprio medico curante. 

 Fonti:

  • Ferdinando Piterà, Compendio di gemmoterapia clinica, Ed. De Ferrari.
Erbecedario Erboristeria online: vendita prodotti naturali, artigianali ed italiani

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI