Approfondimenti

Leishmaniosi: consigli utili e rimedi naturali

Cos’è la Leishmaniosi?

La Leishmaniosi è una malattia parassitaria causata da Leishmania Infantum, un parassita che viene portato dai flebotomi, piccoli insetti comunemente chiamati Pappataci. Il periodo di maggiore attività di questi piccoli insetti è da Maggio fino al mese di Ottobre, poi con l’arrivo della stagione fredda cala drasticamente la loro attività.

E’ una malattia che colpisce frequentemente i cani, ma è trasmissibile anche all’uomo, seppur più raramente.

Il parassita viene trasmesso attraverso il morso nel momento in cui i flebotomi, detti comunemente Pappataci, si nutrono. Dal momento che è una malattia cronica che provoca progressivamente danni al cane, è molto importante sapere subito se il proprio cane ne è affetto. Per sapere se il proprio cane è affetto da Leishmaniosi basta un piccolo prelievo di sangue presso un medico veterinario.

Curare la Leishmaniosi

Mentre nell’essere umano le percentuali di guarigione sfiorano il 100%, la Leishmaniosi canina ha possibilità di guarigioni molto più basse.

L’incubazione della malattia può durare da 1 mese a 3 anni e solitamente prende di mira gli animali con un’età che va dai 4 ai 6 anni.

I sintomi della Leishmaniosi

I sintomi della Leishmaniosi possono affliggere il cane facendogli perdere la vitalità, inoltre si riscontra:

  • Diminuzione dell’appetito e conseguente perdita di peso;
  • Dolori alla muscolatura ed alle articolazioni;
  • Febbre;
  • Vomito e diarrea;
  • Indebolimento e cambiamenti al pelo;
  • Crescita anormale delle unghie.

La cura per la Leishmaniosi

Purtroppo la Leishmaniosi canina è una malattia che si sta sempre più diffondendo nel nostro paese, una malattia difficile e con tempi di guarigione che possono durare diversi mesi.

Fortunatamente è possibile contrastare i sintomi e alleviare la sofferenza dei nostri amici a quattro zampe. Esistono due tipi di farmaco disponibili ad oggi che vanno utilizzati in sinergia per la cura della Leishmaniosi che colpisce il cane: il primo, è un prodotto che ha già qualche anno ed è a base di antimoniato di meglumina (es. Glucantime) e prevede la somministrazione per un periodo di 1-2 mesi; il secondo invece è a base di allopurinolo (es. Zyloric) e va somministrato per circa 4-6 mesi.

Alcuni proprietari preferiscono utilizzare la miltefosina (Milteforan) assieme all’allopurinolo, somministrandola per circa un mese. Questi farmaci hanno effetti collaterali, spesso causano febbre, diarrea e vomito. La terapia dura molto tempo e va sempre modificata e adeguata allo stato di salute del cane.

Rimedi naturali per prevenire la Leishmaniosi

La Leishmaniosi è una malattia causata da parassiti portati dai pappataci. La prima azione per prevenire la Leishmaniosi è rendere l’ambiente dove vive il nostro cane il più pulito possibile. Ad esempio, se il cane vive in giardino o comunque passa del tempo in giardino, quest’ultimo dovrà essere curato e se possibile senza fogliame o residui organici che possono essere luogo prediletto per la proliferazione di insetti e parassiti. In particolare i flebotomi non prolificano nell’acqua come le zanzare, bensì in situazioni di temperatura mite e umidità come ad esempio fogne, fessure nella terra, fogliame, escrementi etc.

Un altro importante aspetto è la cura del manto peloso dell’animale. Bisogna effettuare lavaggi frequenti, tenere pulito ed in ordine il pelo permette di monitorare lo stato di salute con più puntualità ed intervenire subito in caos di punture o morsi. Grazie a shampoo naturali e oli essenziali è possibile aiutare il cane a tener lontano pulci, zanzare, zecche, insetti e soprattutto pappataci.

Bisogna inoltre ricordare che l’attività dei pappataci si svolge nelle ore crepuscolari e di notte, quindi a seconda di dove dorme il cane aumentano o diminuiscono le probabilità di punture. Se il cane dorme internamente all’ambiente domestico, magari protetto da zanzariere è tra le abitudini di vita più sicure per una buona prevenzione.

Anche le passeggiate serali sono a rischio, anche se per il pappataci è più difficile mordere il cane durante il movimento.

Oli essenziali contro la Leishmaniosi

Non esiste una formula certa per poter allontanare i pappataci e mettere in sicurezza il proprio cane al 100%, vi sono però alcuni rimedi naturali che possono aiutare. Gli oli essenziali sono un rimedio che può contribuire alla sicurezza del nostro cane.

Sul pelo dell’animale è possibile utilizzare l’olio di Neem, un olio dall’odore molto forte ma con ottime proprietà antiparassitarie.

Altrimenti si possono utilizzare alcuni oli essenziali che hanno particolari proprietà insetto-repellenti e possono essere utilizzati per allontanare i pappataci. Utilizza qualche goccia nell’ambiente dove vive il cane (Anche nella cuccia).

Tra gli oli essenziali, quelli con le migliori proprietà insetto-repellente e anti-parassitarie sono:

  • Eucalipto;
  • Lavanda;
  • Rosmarino;
  • Geranio;
  • Tea-tree.

Sono un valido aiuto per tener lontani insetti e parassiti, ma fate attenzione! Questi oli non vanno mai utilizzati puri, mettete alcune gocce su un olio “veicolo” (olio extra vergine di oliva oppure olio di mandorle dolci ad esempio) e massaggiate il pelo del vostro animale. L’applicazione va fatta almeno 1 volta a settimana perché possa fare il suo effetto.

Prima di utilizzare qualsiasi tipo di rimedio naturale e cura per il vostro cane bisogna sempre consultare il proprio medico veterinario per avere un quadro clinico completo.

Per saperne di più sulla cura degli animali consulta anche il nostro approfondimento su Rimedi Naturali contro le Pulci.

Fonti: 

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta