Approfondimenti

Proprietà della Celidonia, rimedio della tradizione contro le verruche

Curare le verruche grazie alla tintura madre di Celidonia

Le verruche sono infezioni virali causate dal Papillomavirus umano (HPV). Per risolvere questa problematica (che può colpire ad esempio dita, mani, piedi, viso o altre zone del corpo), solitamente viene consigliato l’uso di creme molto forti, azoto liquido fino ad arrivare alla microchirurgia. Ma prima di ricorrere a soluzioni drastiche la Fitoterapia ci offre le virtù di una pianta utilizzata anche in passato: la Celidonia.

Vediamo insieme come si usa e agisce questa pianta officinale.

Proprietà e benefici della Celidonia

La Celidonia (Chelidonium majus L.) è una pianta medicinale, della famiglia delle Papaveraceae, particolarmente utile per favorire la bellezza della pelle e contrastare la comparsa di inestetismi provocati dalla pelle ispessita come calli, verruche e porri.

Quando si spezza il gambo o le foglie di questa pianta fuoriesce un particolare lattice, il quale, grazie alla sua azione caustica si mostra particolarmente utile per queste problematiche della pelle.

La sua efficacia è attribuita agli alcaloidi benzofenantridinici (Chelidonina) e agli enzimi proteolitici che contiene. Tali composti infatti svolgono sulla pelle un’importante azione purificante.

Applicati in una zona circoscritta sono in grado di diminuire lo sviluppo cellulare, inibendo, quindi, lo sviluppo della verruca.

Come utilizzare la Celidonia

Si utilizza la tintura madre o soluzione idroalcolica, ovvero un estratto ottenuto dalla macerazione della pianta fresca fiorita in acqua ed alcool.

Bastano poche gocce applicate sulla zona di interesse per 1-2 volte al giorno. Continuando l’applicazione fino a quando il problema non si risolve.

Non si deve pretendere di ottenere subito il risultato voluto. La Celidonia è efficace ma serve molta costanza e pazienza.

Il lattice della Celidonia è di un colore giallo/arancio. Quando lo si applica sulla pelle si deve fare molta attenzione per non sporcare gli indumenti. Si consiglia, per questo, di coprire poi la parte con una garza di cotone o con un cerotto.

Per ulteriori informazioni ti consigliamo il nostro articolo su cosa sono le verruche e come prevenirle.

Fonti:

  • A novel extracellular peroxidase and nucleases from a milky sap of Chelidonium majus (2007). Robert N., Krzysztof L., Joanna P, Anna G. Volume 78, Issues 7-8, pages 496-501.
  • Bruneton J., 2009 Pharmacognosie…, op. cit., p.1069.
  • Enrica Campanini. (2012), Dizionario di fitoterapia e piante medicinali. Ed. Tecniche Nuove.

Questo articolo è a puro scopo informativo, si basa sull’uso popolare tradizionale e sulla letteratura scientifica, e non vuole essere in alcun modo di natura prescrittiva. Prima dell’utilizzo di qualsiasi rimedio naturale chiedere consiglio al proprio medico curante.

Erbecedario Erboristeria online: vendita prodotti naturali, artigianali ed italiani

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI