Approfondimenti

La Calendula – Proprietà, Utilizzo e Benefici

Calendula officinalis illustrata

Nome latino: Calendula officinalis

Famiglia: Asteraceae

La Calendula è una pianta erbacea annuale con fusto angolare ramificato, vuoto internamente, alto 30-60 cm.

E’ nativa dell’Europa meridionale ma coltivata come pianta ornamentale in tutto il mondo nelle zone temperate. Presente in Lessinia solo coltivata.

Foglie, fiori e frutti

Le foglie sono alterne e sessili, acute o arrotondate, più o meno pubescenti, le inferiori sono disposte a rosetta, le superiori più lanceolate con minuscole dentature sul margine.

Le infiorescenze sono arancioni o giallo brillante.

I fiori sono ligulati lunghi 15-25 mm e larghi circa 3 mm, mono-, bi- o tri-lobati, con quattro o cinque venature e margine intero, con corolla corta contenente stimma bifido e stilo.

I frutti sono degli acheni curvi, tozzi e spinosi. Per acheni si intende un frutto secco con un pericarpo più o meno duro o legnoso che contiene un solo seme.

Usi tradizionali

La Calendula è una specie officinale e commestibile. Il fiore è uno dei più utilizzati in Europa per i problemi della pelle.
La medicina popolare la usava per trattare bruciature e scottature ed internamente per trattare problemi allo stomaco, itterizia, ulcere, gastriti, febbri e reumatismi.

Il fiore contiene flavonoidi, polisaccaridi, terpenoidi, olio essenziale, calendulina, acidi organici, steroli, resine.

Le proprietà della Calendula

In fitoterapia, la ricerca ne conferma l’uso interno con funzione:

  • Lenitiva;
  • Emmenagoga;
  • Colagoga;
  • Digestiva.

Per l’uso esterno invece:

  • Contro irritazioni cutanee;
  • Scottature solari o da freddo;
  • Arrossamenti;
  • Contusioni;
  • Ferite.

E’ una pianta ampiamente impiegata per produrre preparati ad uso esterno per pelli delicate, dei bambini e l’igiene della persona come il Sapone alla Calendula Erbecedario.

I fiori vengono utilizzati anche in campo erboristico per la preparazione di tisane e tinture. In particolare si può trovare in tintura nelle nostre gocce del benessere Mes come valido aiuto e coadiuvante per alleviare i comuni fastidi legati al ciclo mestruale.

Si trova anche nella nostra crema del benessere e nell’unguento alla Calendula adatti entrambi per pelli delicate, arrossate e irritate.

In cucina, i petali di Calendula, un tempo sostituto povero dello Zafferano, possono arricchire risotti ed insalate. Il gusto è piccante, sapido, pepato ed il colore dorato aggiunge un tocco particolare ai piatti che si intendono preparare.

Da provare anche l’Olio Solare Abbronzante Erbecedario, a base di Mallo di Noce e Calendula. Olio Solare Abbronzante Calendula Erbecedario

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta