Approfondimenti

Il Castagno, rimedio naturale per vene varicose o varici

Foto e immagini vene varicose

Dette anche varici, le vene varicose compaiono soprattutto sulle gambe e sulle cosce e sono la manifestazione di un problema legato ad una cattiva circolazione.

Cosa fare in questi casi? La migliore arma contro questo disturbo è la prevenzione, che si può attuare attraverso l’uso di rimedi naturali dall’azione flebotonica come il  Gemmoderivato di Castagno, ed uno stile di vita salutare.

Vene varicose: cosa sono, cause e sintomi

Le vene varicose sono vene dilatate e dall’andamento tortuoso, spesso dal colore blu violaceo ed avvertibili al tatto. Si manifestano quando le vene perdono parte della loro elasticità e le valvole presenti a livello dei vasi non funzionano in modo corretto.

Il sangue così non scorre più in modo ottimale ma tende a ristagnare e ad accumularsi nelle vene, provocandone l’infiammazione e l’ingrossamento.

E’ un problema che colpisce soprattutto le donne dopo i 40 anni e meno frequentemente gli uomini.

Le cui cause possono dipendere da:

  • Fattori genetici ed ereditari
  • Squilibri ormonali, tipici della gravidanza e della menopausa
  • Assunzione di anticoncezionali orali
  • Sedentarietà
  • Sovrappeso
  • Alimentazione

Oltre ad essere antiestetiche, nella maggior parte dei casi le vene varicose si associano a:

  • sensazione di pesantezza e dolore alle gambe ed ai piedi
  • capillari rotti
  • formicolii e crampi agli arti inferiori
  • Prurito, secchezza e pelle molto sottile nella zona della vena interessata

Questi sintomi in genere peggiorano con la stagione calda e se si sta molto in piedi, mentre migliorano portando le gambe in posizione sollevata e con l’esposizione al freddo.

Rimedi naturali: Gemmoderivato di Castagno

Il Castagno (Castanea vesca Gaertn.) è una pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae dal portamento maestoso e che può vivere oltre i mille anni.

Si trova soprattutto nelle colline e nelle montagne fino a 1500 ed è conosciuta da tutti per la bontà dei suoi frutti, le castagne, che si possono mangiare cucinate in diverse maniere.

Ma è una pianta molto apprezzata anche per le sue numerose proprietà benefiche sull’organismo. Infatti in erboristeria si possono utilizzare:

  • le gemme: dalla macerazione in acqua, alcool e glicerina delle sue gemme, si ottiene il gemme derivato o macerato glicerico di Castagno. Un prodotto in gocce dalle proprietà drenanti a livello degli arti inferiori, utile per favorire in modo naturale il benessere delle gambe in caso di problemi legati a cattiva circolazione.
  • le foglie: da sempre impiegate tradizionalmente come rimedio per la tosse in virtù delle loro proprietà espettoranti ed antibatteriche;
  • la corteccia: grazie all’elevato contenuto di tannini possiede spiccate proprietà astringenti intestinali risultando utile in caso di dissenteria e diarrea.

Proprietà

Il Gemmoderivato di castagno agisce favorevolmente sulla funzione fisiologica dei vasi sanguigni e linfatici, dove esplica un effetto drenante, tonico e decongestionante. E’ un valido rimedio per aiutare a migliorare naturalmente la circolazione e a contrastare i fastidiosi sintomi dell’insufficienza venosa come:

  • Edemi e gonfiori
  • Senso di pesantezza alle game
  • Vene varicose
  • Ritenzione idrica e cellulite

Come si assume?

Il dosaggio consigliato è di 60 gocce in un po’ d’acqua, per 2 volte al giorno, preferibilmente prima dei pasti principali.

Ottima l’associazione con i seguenti gemmoderivati:

  • Sorbo: svolge un’azione stimolante della circolazione e di protezione sui vasi
  • Ippocastano: svolge un’azione flebotonica, astrigente.

Sarebbe inoltre opportuno inseguire un’alimentazione sana ed equilibrata, praticare una costante attività fisica ed avere l’abitudine di:

  • Utilizzare calze elastiche dall’effetto contenitivo
  • Effettuare brevi docce alle gambe alternando acqua tiepida ed acqua fresca
  • Applicare sulle gambe creme, gel o pomate a base di piante che aiutano a favorire la circolazione

L’utilizzo di prodotti e metodi naturali svolge un’importante funzione a livello preventivo. Nei casi più gravi è consigliabile rivolgersi al proprio medico o ad uno specialista, il quale valuterà l’eventuale trattamento con farmaci o l’intervento di chirurgia per eliminare questa problematica (tra i trattamenti chirurgici più frequenti per la rimozione delle vene varicose ci sono lo stripping e la scleroterapia).

Controindicazioni

Non sono segnalati effetti collaterali e controindicazioni per i dosaggi consigliati, eccetto casi di ipersensibilità individuale alla pianta.

Per maggiori informazioni sul prodotto cliccare sul link seguente o sull’immagine:

Gemmoderivato Castagno

 

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI