Approfondimenti

Gargarismi naturali all’Altea per alleviare il raspino in gola

mal di gola gargarismi naturali Altea

La stagione invernale è praticamente arrivata, e si sa, questa inevitabilmente porta con sé una serie di disturbi alle vie respiratorie che possono essere anche molto fastidiosi.

Uno dei bersagli più colpiti dai malanni invernali è la gola, che può irritarsi ed arrossarsi dando luogo a dolore e bruciore.

Affrontare l’inverno con alcuni rimedi naturali specifici può aiutare a proteggere la gola e donare benessere alle prime vie respiratorie.

Uno di questi è fare dei gargarismi con l’Altea: ecco i loro benefici, come prepararli e come effettuarli.

Gargarismi per mal di gola: perché usare l’Altea?

L’Altea (Althaea officinalis L.) è una pianta tradizionalmente utilizzata per favorire il benessere delle prime vie respiratorie in virtù delle sue spiccate proprietà emollienti e lenitive.

I suoi benefici si devono soprattutto all’elevato contenuto di mucillagini, sostanze in grado di formare un film protettivo sulle mucose delle alte vie aeree che ne impedisce il contatto con eventuali sostanze nocive e svolge un’azione calmante su forme influenzali, raffreddore, gola infiammata e secca.

Utilizzata in sciacqui e gargarismi è un delicato ma efficace rimedio naturale per donare sollievo ed idratazione a gola e bocca da irritazioni ed infiammazioni.

In tutta la pianta sono presenti le mucillagini, ma la parte più ricca sono le radici che ne possono contenere fino al 20-30%. Sono poi presenti flavonoidi, pectine, amido e polisaccaridi.

Come fare

Le mucillagini sono delle sostanze che si estraggono molto bene con l’acqua e che si degradano ad una temperatura superiore ai 40-60° C.

Per degli efficaci gargarismi all’Altea si consiglia quindi preparare una tisana effettuando un macerato a freddo della radice. Assolutamente da evitare invece le soluzioni idroalcoliche da diluire in acqua.

 Preparazione ed utilizzo del macerato

Porre 2/3 cucchiai da tavola di radice in 500 ml di acqua fredda lasciandoli a macerare a temperatura ambiente per 4/5 ore o fino a che l’acqua assume un aspetto opalescente-mucillaginoso.

Filtrare ed utilizzare l’estratto per effettuare i gargarismi, insistendo in particolare sulla zona dolente. Una volta terminato lo sciacquo il macerato si può deglutire in quanto l’Altea è una pianta molto sicura, che non presenta effetti collaterali e tossici.

Per un maggior beneficio si consiglia di effettuare gli sciacqui ogni 2-3 ore. Inoltre volendo, si può aggiungere alla preparazione del sale, del miele, oppure un po’ di bicarbonato o di aceto. Antichi rimedi popolari utilizzati dalle nostre nonne per disinfettare la gola, ma che tutt’ora trovano un riscontro positivo.

Fonti:

  • C Fink, J Müller, O Kelber, K Nieber, K Kraft. Dry cough associated with pharyngeal irritation: Survey on Althea officinalis L. proceedings. International Congress and Annual Meeting of the Society for Medicinal Plant and Natural Product Research (GA 2017)
  • Enrica Campanini. (2012), Dizionario di fitoterapia e piante medicinali. Ed. Tecniche Nuove.

 

Per maggiori informazioni sulle Erbe presenti sull’articolo cliccare sui seguenti link: 

AlteaAlthaea officinalis L.

Erbecedario Erboristeria online: vendita prodotti naturali, artigianali ed italiani

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI