Come capire se è allergia o raffreddore?

differenze allergia raffreddore

L’arrivo della primavera porta con sé non solo il bel tempo e la rinascita della natura, ma anche fastidiosi sintomi come starnuti, naso che cola e mal di gola: si tratta di allergia o di raffreddore? Questo periodo coincide infatti con l’arrivo delle allergie al polline delle piante, ma gli sbalzi di temperatura tipici di questa stagione, possono favorire anche la diffusione del comune raffreddore. Avendo sintomi molto simili, questi due disturbi possono essere facilmente confusi causando disagio e confusione. Tuttavia capire le differenze è fondamentale per scegliere il trattamento più idoneo ed efficace.

In questo articolo esploreremo le somiglianze tra il raffreddore e la rinite allergica, le loro differenze e come riconoscere i due disturbi.

Differenza tra raffreddore e rinite allergica

Anche se condividono alcuni sintomi simili, il raffreddore e l’allergia sono due condizioni diverse. 

Che cos’è il raffreddore?

Il raffreddore o rinite è una malattia delle vie respiratorie, causata da un’infezione virale. I ceppi virali che possono colpire le vie aeree determinando l’insorgenza del raffreddore possono essere oltre 200. 

Si tratta di un disturbo comune, tanto che la maggior parte delle persone prende il raffreddore 2/3 volte all’anno.  I virus del raffreddore tendono a trasmettersi attraverso il contatto con le secrezioni nasali o la saliva di una persona infetta, oppure attraverso il contatto con oggetti contaminati. La malattia può durare da pochi giorni a una settimana o più, e il modo migliore per trattarlo è il riposo e l’uso di prodotti, anche naturali, che aiutano ad alleviare i sintomi. I prodotti naturali per favorire il benessere delle vie aeree in caso di raffreddore comprendono rimedi che aiutano a stimolare le naturali difese del corpo, rimedi dall’azione lenitiva ed espettorante.

Che cos’è l’allergia?

L’allergia, chiamata anche rinite allergica, raffreddore allergico o raffreddore da fieno, è invece una reazione del sistema immunitario del corpo a una sostanza che viene ritenuta nociva, ma che in realtà non rappresenta una minaccia per la salute. Questa sostanza, chiamata allergene, può essere di origine diversa, come il polline, i peli degli animali o la polvere.

Quando una persona allergica entra in contatto con un allergene, il sistema immunitario riconosce erroneamente la sostanza come pericolosa e reagisce producendo una risposta immunitaria eccessiva. L’allergia può essere diagnosticata attraverso una serie di test allergologici e può essere trattata con farmaci antistaminici, corticosteroidi o immunoterapia allergenica. 

Validi prodotti naturali che possono aiutare a favorire il benessere del corpo in caso di disturbi allergici comprendono rimedi dalle proprietà lenitive come Ribes nero, Rosa canina e Viburno.

Come si distingue un raffreddore da un’allergia?

Esistono alcune differenze tra raffreddori e allergie che permettono di riconoscere abbastanza facilmente i due disturbi. 

Ecco i principali elementi da considerare:

  • Sintomi: starnuti, naso chiuso, naso che cola, fastidio alla gola e presenza di muco sono sintomi che possono presentarsi sia in caso di raffreddore sia in caso di allergia. Il raffreddore comune, avendo una natura virale può essere accompagnato anche dalla comparsa di febbre alta e dai classici dolori alle ossa dell’influenza. Mentre i sintomi dell’allergia, a differenza del raffreddore, solitamente includono anche prurito a naso, occhi ed orecchie, lacrimazione, gonfiore ed arrossamento oculare. La febbre non è quasi mai presente nell’allergia, o se si presenta è comunque bassa.
  • Periodo di manifestazione: il raffreddore si presenta soprattutto nei mesi autunnali ed invernali, più raramente nella bella stagione. L’allergia invece si manifesta soprattutto nei mesi primaverili, anche avanzati.
  • Quanto dura: il comune raffreddore dura in media dai 5 ai 7 giorni, mentre i sintomi legati all’allergia dipendono dall’esposizione all’allergene e durano quindi fino a quando non sparisce l’allergene. Nel caso della rinite allergica da pollini, i sintomi possono durare anche due o tre mesi; se invece l’allergia riguarda gli acari della polvere potranno essere presenti nel corso dell’intero anno; se si è invece allergici al pelo di cani o gatti, il raffreddore si presenterà solo in presenza di questi animali.

Per distinguere tra i due disturbi, è importante quindi prestare attenzione ai sintomi specifici che si verificano, alla durata dei sintomi e ai fattori scatenanti che possono aiutare a identificare l’allergene responsabile della reazione. 

Si consiglia comunque di rivolgersi sempre ad un medico per una diagnosi completa ed accurata. 

Questo articolo si basa sull’uso popolare tradizionale e sulla letteratura scientifica. Le informazioni ed i consigli presenti non sono di natura prescrittiva o curativa, ma hanno solo uno scopo informativo. 

Schede Erbe:

Per maggiori informazioni sulle Erbe presenti sull’articolo cliccare sui seguenti link:

Rosa Canina, Rosa canina L.
Ribes Nero, Ribes nigrum L.
Viburno, Viburnum lantana L.

Scopri di più
I prodotti consigliati dagli Erboristi di Erbecedario
Vendita online prodotti e rimedi naturali contro stanchezza erboristeria Erbecedario Prodotti naturali erboristici per diverse esigenze di benessere Consulenza gratuita con le Erboriste di Erbecedario

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta