Approfondimenti

Cosa sono i trombini? Le armi a salve dei Monti Lessini

Pistonieri_01

I trombini (detti anche pistoni) sono della armi a salve molto diffuse sin dai tempi antichi. Già circa dal 1500 venivano usati nelle valli dei monti Lessini.

Queste armi antiche sono molto importanti perché sono diventati il simbolo di una cultura profonda che ha le proprie radici proprio in Lessinia.

Pistonieri_02

Credits immagini: www.ipistonieridellabbazia.it


Oltreché in Lessinia si potevano trovare anche in Austria e Germania, nelle zone di Salisburgo vi sono ad esempio ancora oggi gruppi di sparatori detti Prangerstutzen.

I trombini hanno la forma di grossi fucili da imbracciare in un modo molto particolare; altre particolarità riguardano il rinculo, così forte da far fare quasi un giro completo allo sparatore dovuto ad una carica di polvere da sparo molto superiore ad un normale fucile. Con il trombino risulta poi impossibile mirare prima dello sparo a causa della dimensione e del peso notevole dell’arma.

Trombini

Credits immagini: www.ipistonieridellabbazia.it


Questo tipo di armi sono una probabile evoluzione dell’antico mortaio, in cui venivano preparate e mescolate le polveri da sparo e venivano fatte esplodere.

Gli obiettivi dei mortai e in seguito dei trombini erano molteplici:

  • Spaventare il nemico;
  • Scacciare spiriti maligni;
  • Scandire celebrazioni religiose come matrimoni o altro oppure momenti di festa (sagre, etc.).

I Trombini o pistoni della Lessinia si distinguono grazie al loro calcio molto imponente e spesso decorato a mano con pezzi di ottone o legno intagliato. Sono delle armi molto pesanti e prevedono l’avancarica di una potente dose di polvere da sparo, superiore anche a 100 g. Sono alti circa 120-130 cm e pesano 30 kg circa, ma alcuni esemplari arrivano anche oltre i 40 kg.

In Italia l’uso dei mortai e mortaretti è molto diffuso, mentre quello dei pistoni è una tipologia singolare che si può trovare solo in Lessinia e a Marano di Valpolicella.

Il termine pistone identificava questo tipo di arma, popolarmente venivano detti così anche gli archibugi e altre armi da fuoco leggere.

Pistonieri_03

Credits immagini: www.ipistonieridellabbazia.it


I Pistonieri della Lessinia

Le valli ed i paesi vicino a Sprea in passato erano popolati dai Cimbri, un popolo di origine nordica, che tradizionalmente utilizzava armi a salve. In queste zone molto isolate si è verificato un sviluppo del tutto particolare da cui nacque il Trombino come lo conosciamo oggi.

Pistonieri_04

Credits immagini: www.ipistonieridellabbazia.it


Ai giorni nostri esistono ancora delle compagnie di sparatori dette comunemente “Pistonieri” che si esibiscono in occasione di eventi di paese (Sagre, manifestazioni, etc.).

Tra le compagnie ancora in attività vi sono:

  • I Pistonieri dell’Abbazia di Badia Calavena (www.ipistonieridellabbazia.it);
  • I Trombini di San Bartolomeo;
  • I Pistonieri di Marano di Valpolicella.

Nei pressi di San Bortolo (Frazione del Comune di Selva di Progno VR) è possibile visitare il Museo dei Trombini.

Fonti:

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta