Approfondimenti

Menopausa tardiva: cause, sintomi e rimedi

menopausa-tardiva

Ti stai preoccupando perché le tue amiche sono tutte in menopausa mentre tu non vedi ancora nessun sintomo?

Tranquilla, può succedere, forse si tratta di menopausa tardiva… vediamo insieme di cosa si tratta e quale differenza c’è con la menopausa “normale”.

Cos’è la menopausa tardiva?

Si tratta di menopausa tardiva quando si entra in questo particolare periodo della vita dopo i 55 anni. Infatti, solitamente, si cominciano a percepire i primi sintomi tra i 45 e i 55, superata questa soglia di età si parla di menopausa tardiva.

Che sintomi ha la menopausa tardiva?

Le donne che entrano in menopausa dopo i 55 anni mostrano gli stessi sintomi delle donne che entrano in menopausa nel “giusto” periodo.

I sintomi che si possono manifestare sono:

  • Vampate di calore (caldane) ed iper sudorazione;
  • Osteoporosi (diminuzione della densità ossea);
  • Aumento di peso (rallentamento del metabolismo);
  • Sbalzi d’umore (in alcuni casi anche depressione);
  • Secchezza vaginale (bruciore alle vie urinarie);
  • Insonnia e disturbi del sonno (difficoltà ad addormentarsi e risvegli notturni);
  • Ritenzione idrica e cellulite;
  • Predisposizione a malattie cardiovascolari.

Quali sono le cause della menopausa tardiva?

Non si ha ancora una risposta certa in merito. Le cause che provocano una menopausa tardiva non sono ancora chiare ma alcuni fattori possono sicuramente influire, come:

  • Glicemia alta;
  • Pressione alta;
  • Sovrappeso.

Qual è la differenza tra la menopausa “normale” e quella tardiva?

L’unica differenza sta nel fatto che nella menopausa tardiva ci si espone ad un più prolungato periodo di esposizione agli ormoni che potrebbe provocare un maggior rischio di contrarre tumori al seno, all’utero, alle ovaie, ecc.

Per il resto questi due tipi di menopausa sono praticamente identici. Si riscontra un calo della produzione di ormoni femminili (estrogeni e progestinici) da parte delle ovaie che provoca i fastidiosi sintomi.

Quali sono i Rimedi Naturali per i sintomi della menopausa?

Tra i rimedi naturali per i sintomi della menopausa troviamo le erbe officinali che contengono una grande concentrazione di fitormoni. Principi attivi molto simili agli ormoni femminili che quindi permettono all’organismo di abituarsi gradualmente alla loro naturale diminuzione.

Le erbe che contengono questi principi attivi sono:

  • Soia (Glycine max L.);
  • Trifoglio rosso (Trifolium pratense L.);
  • Luppolo (Humulus lupulus L.);
  • Salvia (Salvia officinalis L.);
  • Cimicifuga (Actaea racemosa L.);
  • Agnocasto (Vitex agnus castus L.);
  • Dioscorea (Dioscorea villosa L.).

Queste erbe rappresentano un’alternativa naturale a cui si può ricorrere per contrastare i fastidiosi sintomi da climaterio. Molti studi hanno evidenziato come queste molecole siano in grado di regolare la produzione degli ormoni femminili oltre a svolgere un buon effetto protettivo su diversi aspetti della menopausa.

Prima di assumere qualsiasi rimedio naturale vi consigliamo di consultare il vostro medico.

Cosa propone Erbecedario?

Le Gocce del Benessere Over 40, realizzate con una miscela di Tinture Madre di erbe officinali come: Trifoglio rosso, Salvia, Luppolo, Biancospino e Avena. Gocce naturali, che grazie alla loro composizione, si mostrano utili nell’attenuare i fastidi tipici della menopausa quali  vampate, sudorazione, battito accelerato, sbalzi d’umore e insonnia.

Fonti:

Paolo Campagna. Farmaci vegetali. Manuale ragionato di fitoterapia. Ed. Minerva Medica.

 

Gocce del Benessere Over 40

100145a_Gocce-del-Benessere-Over40-am

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta