Approfondimenti

Qual è la differenza tra Ritenzione idrica e Cellulite?

cellulite-ritenzione-idrica

Spesso si sente parlare di cellulite e di ritenzione idrica come sinonimi uno dell’altro. Ma la domanda sorge spontanea: sono la stessa cosa?

Ebbene no, non sono la stessa cosa. Sono problematiche diverse ma strettamente collegate tra loro. Vediamo meglio insieme la differenza…

Cos’è la ritenzione idrica?

Sappiamo bene che il nostro corpo è composto in gran parte di acqua. Ma nel momento in cui si trova in una situazione di disidratazione, come si comporta l’organismo?

In un tale momento di crisi il nostro corpo si difende e cerca di trattenere a sé più acqua possibile. Il problema diviene importante quando questa situazione persiste. Si manifesta allora la ritenzione idrica, che consiste in un accumulo negativo di liquidi e di tossine, che stanno alla base della formazione della cellulite!

Cos’è la cellulite?

Vediamo insieme come si forma il tanto odioso effetto della “pelle a buccia d’arancia”. Come abbiamo visto una delle prime cause della cellulite è proprio la ritenzione idrica! Ed ecco perché spesso le due cose vengono confuse.

Il ristagno dei liquidi nei tessuti, infatti, comporta delle complicazioni sul corretto funzionamento della circolazione linfatica e sanguigna. Si formano degli edemi, ovvero delle infiammazioni provocate dall’accumulo di liquidi e di tessuto adiposo. Dei veri e propri nodi cellulitici che impediscono la corretta circolazione e che determinano la comparsa dell’effetto anti-estetico che dà tanto fastidio.

Come riconoscerle?

Per una diagnosi corretta è sempre consigliato rivolgersi a un esperto ma esiste un piccolo trucco che può aiutarci a riconoscerle:

Si tratta di Ritenzione idrica se…

premendo con un dito sulla pelle si forma, intorno alla zona in cui si esercita la pressione, un alone bianco, allora si tratta di ritenzione idrica!

Si tratta di Cellulite se…

pizzicando una porzione di pelle tra le dita si formano dei “buchetti”, allora si tratta di cellulite!

I primi 4 passi per combattere la cellulite e la ritenzione idrica:

Bere molta acqua

Bere molta acqua, almeno 1,5 litri al giorno.

Bere più acqua = Eliminazione tossine = Più leggerezza = Più energia;

Mangia sano ed equilibrato

Cerca di assumere una dieta povera di sodio e di mantenere una dieta sana ed equilibrata.

Meno sale = Meno ritenzione idrica = Addio cellulite;

Combatti la pigrizia!

Fai movimento in modo regolare, anche solo una piccola passeggiata di 30 minuti al giorno.

Più movimento = Più salute = Più felicità;

Consumare tisane dall’azione drenante

Consumare tisane drenanti ti potranno aiutare ad assumere più liquidi e quindi grazie all’azione diuretica delle erbe ti aiuteranno ad eliminare il pericoloso accumulo di liquidi e di tossine.

Più azione drenante = meno ritenzione idrica = Meno cellulite = Prova costume superata!

Aiutati con l’Infuso di Betulla Erbecedario: infuso drenante a base di foglie di Betulla da agricoltura biologica. Grazie alla sua azione diuretica, la Betulla si mostra un valido aiuto per contrastare in modo naturale la ritenzione idrica e di conseguenza la cellulite.

Oppure con il pratico Sciroppo Drenante Erbecedario: basta sciogliere un cucchiaio da tavola di sciroppo in un litro d’acqua. Si realizza così una pratica e piacevole bevanda da da bere durante il giorno. Realizzato in modo artigianale con estratti di Betulla, Tarassaco, Pilosella, Gramigna, Mais, Verga d’oro ed Equiseto sciolti in un buon succo di mela concentrato. Favorisce così il drenaggio dei liquidi in eccesso.

Infuso di Betulla

100060a-tisana-infuso-betulla_am

Sciroppo Drenante

100008a-sciroppo-drenante_am

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta