Approfondimenti

Allattamento: problemi comuni e soluzioni

problemi-allattamento

L’allattamento è un periodo molto importante per madre e figlio. E’ fondamentale allattare in modo corretto sia per permettere al bimbo di nutrirsi con facilità ma anche per permettere alla mamma di farlo con estrema serenità. A inizio allattamento non sempre si conoscono le problematiche a cui si può andare incontro, ma è giusto essere informate per poter agire nel modo più corretto per il proprio benessere e per quello del piccolo neonato.

Problemi e Soluzioni

1. Dolore al seno e ai capezzoli

Solitamente i dolori al seno e ai capezzoli sono causati da una poppata scorretta (postura del bambino e della mamma) o perché il bambino non si attacca abbastanza frequentemente. La soluzione a questi piccoli fastidi che si possono manifestare nelle prime poppate è controllare che il bambino sia attaccato al seno in maniera corretta e gestire le poppate su richiesta del bimbo. All’inizio fatevi aiutare dalla vostra ostetrica, lei sa sicuramente come consigliarvi per un allattamento sicuro e più adatto a voi e al vostro piccolino. Per una postura corretta durante le poppate seguite le linee guida date dal sito del Ministero della Salute consultabile al seguente link: https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_250_allegato.pdf.

2. Ragadi al seno

Le ragadi al seno sono delle piccole ferite che si formano sul capezzolo. Esse sono causate da un attacco scorretto del bambino al seno. Il consiglio è di far in modo di prevenire le ragadi cercando di controllare che la posizione e l’attaccamento del bambino siano corrette durante la poppata. Una volta che le ragadi si sono formate si può tentare di rimediare con gel di aloe vera o proteggi capezzoli in argento. E’ molto importante lavare bene il seno dopo l’applicazione di questi due rimedi, sono rimedi abbastanza sicuri ma quando si tratta di bambini la prudenza non è mai troppa. In ogni caso chiedete un consiglio al vostro medico prima di applicare questi rimedi.

3. L’ingorgo mammario

L’ingorgo mammario causa un seno pesante, teso e doloroso. Tale ingorgo è dato da un’eccessiva produzione di latte rispetto a quella consumata dal bimbo. La soluzione, se il bambino non riesce a diminuire il contenuto di latte durante la poppata, è quella di eseguire una spremitura manuale o quella di fare uso di un tiralatte.

4. La mastite

La mastite: è l’accumulo di latte non drenato nel seno. Si avverte il seno dolorante e caldo associato a sintomi influenzali come: dolori muscolo-articolari, brividi di freddo, e febbre. In caso di mastite si consiglia di rivolgersi al proprio medico che consiglierà la terapia antibiotica più adatta al vostro caso.

Benefici allattamento al seno

In ogni caso non arrendetevi e pensate a tutti i benefici che l’allattamento al seno porta a voi e al vostro bambino.

Infatti molti sono i benefici riconosciuti scientificamente sui bambini allattati al seno tra cui:

  • Sviluppo delle difese immunitarie;
  • Sviluppo corretto della cavità buccale;
  • Meno rischio di infezioni respiratorie, uro-genitali, otiti, ecc;
  • Riduce l’insorgenza di allergie e asma;
  • Riduce il rischio di diabete, obesità, malattie cardiovascolari, ecc;
  • Migliore sviluppo psicomotorio.

Gli effetti positivi dell’allattamento al seno sono stati riscontrati anche sulle madri come:

  • Aiuta a perdere il peso accumulato durante la gravidanza;
  • Diminuzione dell’incidenza della depressione post-partum;
  • Diminuzione di rischio della comparsa di tumori al seno;
  • Riduzione dell’incidenza in età senile dell’osteoporosi.

Scopri quali sono tutti i vantaggi dell’allattamento al seno, sia per la mamma che per il bambino.

 

Fonti:

Ministero della Salute:

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta