Approfondimenti

Sapone Naturale: perché è meglio il metodo di lavorazione a freddo?

I saponi, che si formano dalla reazione chimica tra un acido grasso ed una base, si possono ottenere attraverso due tipi di lavorazione: a freddo e a caldo.

Il processo di lavorazione a freddo consente di ottenere saponi naturali di migliore qualità. Vediamo il perché.

Cos’è la lavorazione a freddo per i saponi?

La lavorazione a freddo è quella che consente di ottenere i saponi sfruttando solamente il calore che si forma naturalmente durante la reazione tra la soda caustica ed i grassi. I vari ingredienti dunque, vengono mescolati nelle dosi e nelle modalità indicate nella ricetta, senza il ricorso a fonti di calore esterne.

Perché è importante?

Dal momento che non si raggiungono temperature elevate, le proprietà degli oli essenziali, degli estratti delle erbe, delle parti delle piante o di altre materie prime impiegate non vengono alterate.

I saponi a freddo sono generalmente migliori anche per il motivo che la glicerina che si forma naturalmente durante la saponificazione non viene allontanata dal prodotto. Si ottiene così un prodotto molto più morbido e con proprietà idratanti più spiccate.

Oltre ad essere pulita, la pelle sarà molto anche liscia e vellutata!

Svantaggi della lavorazione a caldo dei saponi

Le saponette ottenute con il metodo a caldo si possono realizzare in casa in modo artigianale, come quelle a freddo, anche se richiedono un po’ più di impegno ed attenzione.

Prevedono infatti il riscaldamento della preparazione con il fornello, con il forno oppure a bagnomaria.

Le alte temperature della preparazione possono alterare parte delle sostanze impiegate. Inoltre, estratti di erbe, succhi ed altri liquidi diversi dall’acqua possono essere aggiunti al sapone a caldo solo in piccole quantità. Il risultato è quindi un prodotto che contiene una minor quantità di principi attivi vegetali.

 

Saponi e detergenti naturali Erbecedario

Saponi naturali Erbecedario lavorati a freddo

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta