Posizioni e cosa fare per dormire meglio in gravidanza

Come dormire in gravidanza

Un adeguato riposo notturno durante la gravidanza è fondamentale, sia per la mamma sia per il feto. Tuttavia per le donne incinte non è sempre così facile dormire bene tutta la notte: nel corso dei nove mesi infatti si susseguono una serie di cambiamenti fisiologici che possono causare difficoltà ad addormentarsi oppure continui risvegli notturni. Man mano che il pancione cresce ad esempio le gestanti possono far fatica a trovare una posizione comoda per dormire. Inoltre può essere necessario alzarsi più volte durante la notte per andare in bagno a causa della pressione esercitata dall’utero che si espande sulla vescica oppure il bambino potrebbe essere particolarmente attivo di notte e quindi tenere sveglia anche la mamma.

Seguendo alcuni consigli si può migliorare la qualità del riposo in gravidanza ed ottenere il sonno di cui si ha bisogno.

Come dormire meglio in gravidanza?

Esiste una posizione ideale per dormire (sul fianco, seduta, a pancia in giù o in su)? Su quale lato è meglio dormire? Cambia qualcosa se il bambino nel pancione è maschio o femmina o se si tratta di due gemelli? A cosa servono i cuscini per la gravidanza? Ci sono altri accorgimenti da prendere? Facciamo chiarezza.

I consigli per dormire bene durante la gravidanza comprendono il controllo della posizione e l’adozione di buone abitudini, utili al miglioramento dell’igiene del sonno.

Per quanto riguarda l’uso di prodotti per favorire il sonno, le donne in gravidanza dovrebbero sempre consultare il proprio medico prima di usarli, in quanto alcune sostanze, anche se naturali, possono rappresentare un pericolo per il feto in via di sviluppo.

Posizione corretta

  • Qual è la posizione migliore per dormire in gravidanza? Sul fianco sinistro, con le gambe leggermente piegate, in quanto, sia che si tratti di una gravidanza normale sia di una gravidanza gemellare, è dimostrato che questa posizione facilita il flusso sanguigno al cuore, ai reni e all’utero e migliora l’apporto di ossigeno e sostanze nutritive al feto. Sebbene non sia ottimale come il lato sinistro, si può dormire anche sul fianco destro.
  • Si può dormire a pancia in su? Durante i primi mesi della gravidanza non è un problema ma man mano che l’utero cresce dormire supine può causare mal di schiena e può aumentare la pressione sulla vena cava con minor apporto di ossigeno alla placenta. Si tratta quindi di una posizione che è meglio evitare se possibile, o da assumere solo per breve tempo.
  • Si può dormire a pancia in giù? Dormire in posizione prona è sconsigliato proprio per evitare schiacciamenti dell’utero. Se ci si sveglia in questa posizione non c’è comunque da preoccuparsi in quanto il bambino è protetto dagli urti dal liquido amniotico. Dal terzo trimestre in poi dormire a pancia in giù diventa comunque sempre più difficile a causa dell’ingombro del pancione e molte donne si addormentano spontaneamente su un fianco.

Cuscini per dormire in gravidanza

Per dormire meglio in gravidanza si possono usare dei cuscini da mettere dietro alla schiena, sotto al pancione o tra le gambe, in modo da sostenere la pancia, alleviare la tensione della zona lombare e trovare una posizione più comoda. A tal proposito esistono anche degli appositi cuscini per la gravidanza, a forma di serpente, mezzaluna o a forma di U, che poi si possono usare anche nel post-partum per l’allattamento.

Cuscino per dormire meglio in gravidanza

Altri consigli

Altre buone abitudini che possono favorire il sonno per tutti, ma che possono fare la differenza per dormire meglio durante la gravidanza sono:

  • Cenare almeno 3 ore prima di andare a letto evitando di mangiare cibi troppo pesanti ed elaborati. Questo vale soprattutto per le future mamme che fanno fatica a digerire e che soffrono di reflusso, disturbi abbastanza comuni in gravidanza;
  • Prima di andare a letto fare un bagno, leggere un libro, farsi massaggiare la schiena o le gambe dal proprio compagno o fare qualche altra attività che aiuti il rilassamento del corpo;
  • Alla sera evitare di usare dispositivi tecnologici (telefono, pc, tablet);
  • Cercare di ridurre l’assunzione di liquidi alla sera in modo da diminuire i risvegli notturni per andare in bagno. È vero che l’idratazione è importante ma è meglio cercare di bere di più durante il giorno;
  • Anche in caso di sonnolenza, cercare di non fare troppi riposini durante il giorno altrimenti alla sera non si è abbastanza stanche e si rischia di dormire male;
  • Fare esercizio fisico durante il giorno, adatto alla gravidanza come yoga, nuoto o passeggiate. Queste attività possono aiutare a mantenere la forma e a conciliare il sonno quando è ora di andare a letto.

Questo articolo si basa sull’uso popolare tradizionale e sulla letteratura scientifica. Le informazioni ed i consigli presenti non sono di natura prescrittiva o curativa, ma hanno solo uno scopo informativo.

Scopri di più
I prodotti consigliati dagli Erboristi di Erbecedario
Vendita online prodotti e rimedi naturali contro stanchezza erboristeria Erbecedario Prodotti naturali erboristici per diverse esigenze di benessere Consulenza gratuita con le Erboriste di Erbecedario

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta