Approfondimenti

Perché bere acqua aiuta a perdere peso e dimagrire

bimbo-bere-acqua

L’acqua si sa, è l’elemento fondamentale per la vita. Il corpo umano ne è composto per più di metà. La percentuale varia: è maggiore nei neonati ed è invece minore nelle donne.

I muscoli sono composti da un’alta percentuale di acqua, mentre gli strati adiposi ne contengono poca. Negli obesi quindi, ma anche nel caso degli anziani, la percentuale di acqua si riduce molto.

Le reazioni chimiche e metaboliche avvengono nel mezzo acquoso ed il sangue è composto per il 92% da acqua. Si capisce da qui quanto sia importante questo elemento all’interno dei processi del nostro organismo. E’ inoltre il mezzo indispensabile per rimuovere le tossine.

Scopriamo insieme quali sono i benefici, perché dovremmo bere spesso durante la giornata e perché è così importante per la nostra salute.

6 motivi per bere acqua

1. Diminuisce la fame

Bere acqua riempie lo stomaco e placa la fame. Soprattutto prima dei pasti, circa 20 minuti prima, può essere d’aiuto per diminuire la sensazione di fame e far diminuire di conseguenza le porzioni di cibo.

Bere prima dei pasti aiuta a ridurre la fame compulsiva. E’ importante continuare a bere anche durante tutto l’arco della giornata, spesso il cervello ci manda lo stimolo della fame ma in realtà ha soltanto bisogno di idratazione. Tenere alto il livello di idratazione aiuta a diluire la concentrazione dei succhi gastrici e riduce la voglia spuntini evitando pasti fuori orario non sempre necessari al nostro corpo.

2. Stimola i processi metabolici

L’acqua ha un ruolo fondamentale all’interno delle cellule e può influire positivamente sulla velocità con cui vengono bruciate le calorie per produrre energia.

3. Aumenta la termogenesi e migliora la digestione

La termogenesi è il processo che si attiva quando introduciamo cibo nel nostro corpo, la temperatura corporea sale e per produrre maggiore calore metabolico vengono bruciati i grassi saturi.

Introducendo acqua prima dei pasti, migliora la digestione, l’assorbimento e il tempo di transito all’interno dell’intestino.

Anche la produzione di saliva, di succhi gastrici, biliari e pancreatici ha bisogno di acqua.

Bisogna però avere un accorgimento, bere al massimo un paio di bicchieri durante il pasto altrimenti si ha una esagerata diluizione dei succhi gastrici e degli enzimi all’interno dello stomaco.

4. Migliora le funzionalità intestinali

L’acqua idrata l’intestino e favorisce l’espulsione delle feci, evitando stati infiammatori, ristagni nell’addome che possono portare a meteorismo. Con l’intestino intasato si rallenta la circolazione nelle zone delle gambe e del bacino favorendo la ritenzione idrica. Un intestino poco idratato può favorire gonfiore e stipsi.

5. Asciuga la pancia e riduci i gonfiori

Bere tanto aiuta il nostro corpo ad espellere le scorie acide, causa della ritenzione idrica e della cellulite. Per aiutare questa funzione purificatrice bisogna saper scegliere bene quale acqua utilizzare. In questo caso è meglio un’acqua ricca di potassio, fortemente alcalinizzante. Per raggiungere questi fini si può arricchire l’acqua con limone o ortica.

6. Eliminare le scorie

La ritenzione idrica è uno squilibrio nella distribuzione dell’acqua nell’organismo. Spesso chi ne soffre non beve abbastanza acqua durante il giorno. L’acqua aiuta a diluire eventuali eccessi di sali causa della ritenzione idrica. Inoltre migliora la diuresi e aiuta l’eliminazione di scorie che si altrimenti si depositano e si trasformano in adipe.

 

 

Fonte: 

Sciogli i grassi con l’acqua – Stefania Conrieri – Edizioni Riza

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta