Approfondimenti

Idrolati: cosa sono e come si utilizzano  

Idrolato

Quando di distilla una pianta oltre all’olio essenziale, molto pregiato, si ottiene anche il relativo idrolato. Un prodotto spesso ignorato e considerato uno scarto di lavorazione da buttare, ma che in realtà possiede fantastiche proprietà benefiche, soprattutto a livello cutaneo.

Scopriamo meglio cosa sono gli idrolati, le loro proprietà sulla pelle e come usarli.

Idrolato: che cos’è e significato

Gli idrolati sono le acque che si ricavano dalla distillazione in corrente di vapore delle piante: il primo prodotto che si ottiene sono gli oli essenziali, mentre il secondo sono gli idrolati, chiamati anche acque aromatiche o profumate.

Se puri e naturali nell’inci non contengono additivi, conservanti ed alcool.

Non sono invece da considerare idrolati le acque prodotte in modo sintetico dall’industria cosmetica, a cui vengono aggiunti oli essenziali ed altre sostanze come stabilizzanti, coloranti ed alcool.

Come si fa un idrolato

Per capire meglio cosa sono gli idrolati si deve conoscere come avviene la distillazione.

Durante questo processo le erbe sono poste su una griglia attraverso cui viene fatto passare il vapore acqueo generato dall’ebollizione dell’acqua del distillatore. Questo fa vaporizzare l’olio essenziale poiché questo è volatile, il quale si mescola al vapore ed il tutto viene poi fatto passare attraverso una serpentina raffreddante che li fa condensare. Si formano così acqua ed olio essenziale, i quali per via della loro differenza di peso, si depositano uno sull’altro e si possono facilmente separare.

L’idrolato è quindi il vapore condensato che si trasforma in acqua.

E’ un prodotto che si impregna di olio essenziale, il quale oltre a donargli una piacevole e delicata profumazione, gli conferisce le proprietà benefiche dell’olio essenziale stesso.

La quantità di olio essenziale che un idrolato contiene è di circa l’1%. E’ quindi bassa, ma proprio per questo sono dei prodotti dall’azione dolce e delicata, che si possono applicare in tutta sicurezza direttamente sulla pelle ed il cui utilizzo è adatto anche per i bambini e le donne in gravidanza.

Come si usano gli idrolati in cosmesi

Come usare gli idrolati? Ogni idrolato possiede specifiche proprietà che dipendono dalla pianta da cui derivano.

Ad esempio l’idrolato di lavanda ha proprietà calmanti e cicatrizzanti sulla cute ed è utile per la pelle delicata, per le pelle grassa o mista. L’idrolato di rosa ha proprietà tonificanti e rivitalizzanti e risulta utile per le pelli secche, spente e mature.

In genere hanno comunque tutti proprietà decongestionanti, calmanti e rinfrescanti sulla cute. Aiutano a lenire le irritazioni e ad idratare la pelle, donando una piacevole sensazione di freschezza. Validi alleati per la cura e la bellezza del corpo, del viso e dei capelli da non far mai mancare tra i propri cosmetici.

Sono dei prodotti molto versatili che si possono usare:

  • come tonici per il viso: grazie al loro ph leggermente acido, aiutano a ristabilire il corretto ph della pelle risultando degli ottimi tonici per il viso. Dopo un’adeguata pulizia del viso, basta picchiettare il viso con un batuffolo di cotone imbevuto con il prodotto. Molto indicati sono l’idrolato di Lavanda e quello di Rosa;
  • come dopobarba: grazie alle loro proprietà rinfrescanti e lenitive gli uomini li possono utilizzare anche come dopobarba. In questo caso è consigliato l’utilizzo dell’idrolato di Camomilla per la sua spiccata azione lenitiva e calmante;
  • come acqua da toletta per il corpo: si possono mettere in un contenitore con l’erogatore spray e spruzzare sul tutto il corpo per rinfrescare ed idratare la pelle. Ideali in estate, per trarre sollievo dalla calura, e dopo l’esposizione solare, per tenere idratata e fresca la pelle. In questo caso sono ottimi gli idrolati di Lavanda e Camomilla. Per una sferzata di energia ancora maggiore il consiglio in più è quello di conservarli in frigorifero;
  • come profumo: possono essere una valida alternativa al classico profumo, soprattutto per chi non ama le profumazioni forti e troppo invasive;
  • come decongestionanti degli occhi: imbevendo un batuffolo di cotone o una garza con il prodotto si possono fare degli impacchi sugli occhi per lenire ed alleviare irritazioni, arrossamenti, borse ed occhiaie. Sicuramente in questo caso il più adatto è l’idrolato di Camomilla;
  • per i capelli: possono essere utilizzati per risciacquare i capelli al posto dell’acqua oppure o per diluire lo shampoo. Grazie alle loro proprietà benefiche favoriscono il benessere dei capelli, donandogli lucentezza ed un aspetto migliore. Per i capelli sono consigliati gli idrolati di Rosmarino, Salvia e Lavanda per la loro azione depurante e rinforzante;
  • per il bagno: si possono aggiungere nell’acqua della vasca da bagno o nell’acqua per fare i pediluvi al posto dei relativi oli essenziali per un effetto più delicato e sicuro. Per bagni tonificanti sono consigliati gli idrolati di Menta o Rosmarino, mentre per bagni rilassanti sono indicati quelli di Lavanda o Fiori d’Arancio;
  • in aromaterapia: possono essere messi negli appositi diffusori per ambiente al posto degli oli essenziali per donare all’aria di casa una profumazione piacevole ma leggera.

Dove comprarli

I migliori idrolati si trovano in vendita nei negozi specializzati, anche online, come erboristerie o negozi di prodotti naturali e biologici.

Ad esempio nel nostro shop on line Erbecedario.it si possono acquistare gli idrolati di Lavanda e Rosa nel formato da 200 ml.

Per maggiori informazioni sui prodotti cliccare sui link seguenti o sulle immagini:

Tonico Lavanda

 

 

 

 

 

 

 

 

Tonico Rosa Damascena

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI