Approfondimenti

Come eliminare ritenzione idrica e stimolare la diuresi con rimedi naturali

contrastare-diuresi-pancia-piatta

Molte volte la famosa “pancetta” non è causata da un accumulo di grasso ma bensì da un accumulo di liquidi, dati soprattutto da un’alimentazione scorretta e da poco esercizio fisico.

Questa problematica viene meglio definita come aumento della ritenzione idrica. E’ possibile aiutare il nostro organismo aumentando l’eliminazione dei liquidi attraverso la diuresi.

Tre modi per stimolare la diuresi e combattere la ritenzione idrica

  1. Bere molta acqua – Depura ed aiuta l’organismo ad eliminare le tossine a carico di reni, fegato, intestino. Pulisce il nostro organismo ed evita l’insorgenza di molte altre problematiche. Si può potenziare l’azione dell’acqua con piante dall’azione diuretica;
  2. Fare movimento – Importantissimo perché l’aumento della sudorazione permette di eliminare l’acqua in eccesso dal nostro corpo. Inoltre migliora la circolazione sanguigna e diminuisce così l’accumulo di liquidi e di tossine;
  3. Rimedi Naturali – La natura ci viene in aiuto con alcuni principi attivi contenuti in alcune piante ed erbe officinali che possiamo assumere attraverso prodotti di erboristeria.

I migliori rimedi naturali contro la ritenzione idrica

Molte delle piante utili per questa problematica possono essere assunte in diverse modalità.

  • Tisane per la ritenzione idrica che ci possono venire incontro spingendoci all’aumento del consumo acqua unito all’azione diuretica delle piante officinali contenute in esse;
  • Integratori alimentari a base di estratti di piante dall’azione diuretica, meglio se da sciogliere in acqua;
  • Tinture Madre, Gemmoderivati o miscele di essi, prodotti in gocce, sempre da diluire in acqua. Aiutano ad aumentare il volume delle urine e al tempo stesso l’eliminazione della ritenzione idrica, aiutando così ad arrivare alla tanto sognata “pancia piatta”.

Ma quali sono le piante officinali che stimolano la diuresi?

Betulla (Betula verrucosa L.):  oltre all’effetto drenante, provoca anche un’azione antisettica e depurativa sui reni, grazie al loro contenuto di flavoniodi e di oli essenziali. Un maggior effetto è attribuito alla betulla linfa, usata spesso per contrastare la comparsa della cellulite.

Pilosella (Hieracium pilosella L.): la troviamo sotto forma di Tintura Madre o in integratori, aiuta ad eliminare acidi urici e clorurati che molto spesso si accumulano in maniera pericolosa nell’organismo.

Erica (Calluna vulgaris L.): la troviamo nei preparati per tisana e svolge anche un effetto disinfettante sulle vie urinarie.

Ortica (Urtica dioica L.): aumenta il volume delle urine eliminate e re-mineralizza l’organismo.

Equiseto (Equisetum arvense L.): troviamo questa pianta nelle tre forme che abbiamo citato poco fa, ma anche in diversi integratori dedicati a rinforzare unghie e capelli. Consigliamo di usarla in forma di tisana o triturata in polvere, anche da usare in cucina.

Citiamo anche la Gramigna, il Mais e la Verga d’Oro come ottime piante ad effetto diuretico, utili come rimedi naturali contro la ritenzione idrica.

Trovate queste piante officinali in alcuni dei nostri prodotti Erbecedario. Vi consigliamo di provare i nostri prodotti Drenanti, tra cui lo Sciroppo Drenante con Betulla, Tarassaco, Pilosella, Equiseto e la nostra Tisana Drenante che contiene anche Finocchio, Erica e Ortica.

 

100008a-sciroppo-drenante_am100887a-tisana-drenante_am

Potrebbe interessarti anche

2 Commenti

  • Rispondi
    lori
    21 giugno 2018 a 15:49

    domanda…ma si possono mischiare tra di loro?
    grazie e complimenti per l’articolo

    • Rispondi
      Michela Zonato
      22 giugno 2018 a 9:14

      Buongiorno Lori,
      sì si possono miscelare queste erbe tra di loro senza problemi. Noi lo abbiamo fatto nel nostro Sciroppo Drenante e nella nostra Tisana Drenante con l’aggiunta di altre erbe per migliorarne la sinergia e l’effetto.
      Sperando di esserle stata utile la ringrazio per l’intervento.
      Un cordiale saluto
      Dott.ssa Zonato Michela

Lascia una risposta