Approfondimenti

Combattere l’allergia con il Ribes nigrum

RIBES-NIGRUM

Con un po’ di timidezza finalmente è arrivata la Primavera. Stagione bellissima per i suoi colori e per il suo clima mite ma per alcune persone è l’inizio di un incubo chiamato allergia.

Se siete tra queste non vi preoccupate! Oggi vi vogliamo parlare proprio di uno dei rimedi naturali più efficaci per l’allergia: il Ribes nero!

Ma andiamo con ordine…

Cosa scatena l’allergia?

L’allergia è provocata da un “errore di sistema” da parte delle difese immunitarie.

I nostri anticorpi infatti identificano una sostanza (chiamata allergene) come una sostanza pericolosa. In realtà tale sostanza non è nociva ma è semplicemente una proteina che può essere naturalmente presente in alcune sostanze.

Come reagiscono gli anticorpi? Gli anticorpi intervengono per sconfiggere il “nemico”. La sostanza in questione potrebbe essere polline, polvere, peli di animali, ecc. In questo stato di allarme il nostro corpo produce istamina, responsabile dell’infiammazione delle zone interessante e quindi dei veri e propri sintomi dell’allergia.

Quali sono i sintomi dell’allergia?

Ti puoi accorgere che stai soffrendo di allergia se percepisci questi sintomi:

  • Starnuti frequenti;
  • Congestione nasale;
  • Lacrimazione e prurito agli occhi;
  • Prurito a naso, palato e gola;
  • Tosse;
  • Difficoltà respiratoria/asma;
  • Mal di testa;
  • Stanchezza.

Perché usare il Ribes nigrum?

Il Gemmoderivato di Ribes nero è un valido antistaminico naturale, ma… come funziona?

stimola le ghiandole surrenali = + produzione di cortisolo endogeno = azione cortison-like = azione antinfiammatoria = sollievo dai sintomi dell’allergia (rinite allergica, asma, congiuntivite, orticaria, dermatite, ecc) = salute naturale = felicità.

L’estratto delle gemme di Ribes nero infatti è un ottimo antinfiammatorio naturale grazie al contenuto in flavonoidi, olio essenziale e glicosidi. Svolge una potente azione antiallergica, antinfiammatoria e antireumatica senza gli effetti collaterali del cortisone di sintesi. Blocca l’azione dell’istamina (responsabile dell’infiammazione) e aiuta a rinforzare le difese immunitarie.

Come si usa il Ribes nigrum?

Dose per adulti:

Si assumono 60 gocce in un bicchiere d’acqua, 2 volte al giorno, preferibilmente prima dei pasti.

Dose per bambini:

15-20 gocce in un bicchiere d’acqua, 2 volte al giorno, preferibilmente prima dei pasti. Meglio se aggiunte in una tisana calda in modo tale da far evaporare gran parte dell’alcol.

Il consiglio è di mantenere sempre la stessa ora di assunzione, un po’ come si fa proprio per il cortisone di sintesi. Questo per aiutare la corretta produzione di cortisone endogeno da parte del nostro corpo.

N.B. il Gemmoderivato di Ribes nigrum è un rimedio naturale fitoterapico, di conseguenza ha un effetto più lento rispetto ai farmaci. Consigliamo di iniziare il trattamento antistaminico almeno un mese prima del periodo in cui solitamente si presentano i sintomi dell’allergia e di proseguire con costanza nell’assunzione.

Ha controindicazioni?

 Il Ribes nero è generalmente considerato sicuro. Viene comunque sconsigliato alle persone che soffrono di pressione alta in quanto porta ad un aumento della pressione arteriosa. Chiedere sempre consiglio al proprio medico se si assumono altri farmaci. Non assumere in gravidanza e allattamento. Evitare la somministrazione nei bambini di età inferiore ai 2 anni.

 

Fonti:

-Phytotherapy as a preventive and adjuvant for the rhinitis Lydia Ferrara Department of Pharmacy, University of Naples “Federico II,” via Domenico Montesano 49, 80131Naples, Italy

-Desjardins J. et al. Anthocyanin-Rich Black Currant Extract and Cyanidin-3-O-Glucoside     Have Cytoprotective and Anti-Inflammatory Properties. J Med Food. (2012) Jun 27.

 

Gemmoderivato Ribes nero

100112a-Gemmoderivato-Ribes-Nero-am

Gocce del Benessere Primavera

100144a_Gocce-del-Benessere-Primavera-am

Potrebbe interessarti anche

2 Commenti

  • Rispondi
    Vittorio Alberti
    31 marzo 2018 a 10:53

    bUON GIORNO il ribes nigrum non va MAI usasto da solo. Giusti ragionamenti x giuste soluzioni.
    Se il ribes nigrum stimola la produzione del cortisolo è fondamentale poi abbinarci una o due piante dette “organo bersaglio”, in modo tale da indirizzare l’azione antiallergia ed antinfiammatorio del cortisolo e dell’azione del ribes nigru.
    In sintesi e ci scusiamo x l’eccessiva semplificazione:
    ribes nigrum + rosa canina gemme = rinite allergica, congiuntivite allergica, otiti, emicranie allergiche
    ribe nigrum + viburno lantana… e se necessario drosera rotunfifoglia per asma allergico
    ribes nigrum + carpinus betulus + alnus glutinosa sinusite n(dremaggio del muco)
    ribes nigru + sequoia gigantea = azione antinfiammatoria ed anabolica della prostata
    ribes nigrum + rubus idaeus = infiammazione ovaie – cisti ovariche
    ribes nigrum + vitis vinifera = artrosi ed artrite piccole articolazioni
    ribes nigru + pinus montana artrosi ed artrite grandi articolazioni
    ecc. ecc. In poche parole teniamo sempre contro della funzione del rivbes nigrum e delle piante organom bersaglio o elettive. Cordfiali saluti Vittorio Alberti

    • Rispondi
      Michela Zonato
      31 marzo 2018 a 11:57

      Salve Sig. Alberti,
      innanzitutto la ringraziamo del gradito commento che ci permette di estendere l’argomento.
      Teniamo a precisare che il nostro è un articolo sulle proprietà generali del Gemmoderivato di Ribes nigrum. Pianta fondamentale in Gemmoterapia per ottenere un effetto antinfiammatorio. Non è un articolo focalizzato sulla rinite o sull’orticaria, in quel caso avremmo associato altri Gemmoderivati.
      Per la rinite allergica, infatti, abbiamo formulato un prodotto specifico, le Gocce del Benessere Primavera (che trova anche alla fine dell’articolo) in cui associamo al Gemmoderivato di Ribes nero i Gemmoderivati di Rosa canina e di Viburno.
      Cordiali saluti
      Dott.ssa Zonato

Lascia una risposta