Approfondimenti

Rimedi naturali cistite: ecco le erbe per disinfettare le vie urinarie

Cistite rimedi naturali disinfettare vie urinarie

La cistite è una fastidiosa infiammazione della vescica dovuta a un’infezione batterica che causa bruciore, bisogno frequente di andare in bagno e dolore nell’urinare. Cosa fare in questi casi? Tra i rimedi naturali, alcune erbe officinali possono venire in nostro soccorso, scopriamo meglio quali e come funzionano.

Cistite: sintomi e cause

La cistite è un’infiammazione delle basse vie urinarie che colpisce prevalentemente le donne. Viene causata solitamente da batteri o da un calo delle difese immunitarie.

La cistite batterica, si manifesta con un’infiammazione della vescica, che può essere acuta o cronica, causata da batteri intestinali (come Escherichia coli, Enterococcus o Proteus). Tali batteri scendono nella vescica risalendo l’uretra (via da cui fuoriescono le urine). Negli uomini l’uretra è lunga 14-16 cm, contro i 4-5 cm nelle donne. Ecco uno dei motivi per cui è più frequente sentirne parlare come problematica dalla connotazione femminile. Questo però non esclude il fatto che possa interessare anche l’universo maschile.

I sintomi della cistite sono:

  • bruciore
  • frequente necessità di urinare
  • dolore al basso ventre-schiena 

Rimedi naturali infezione vie urinarie: Gocce del Benessere Vie Urinarie

La cistite deve essere affrontata in modo radicale per evitare che diventi cronica. Purtroppo però l’abuso di antibiotici può creare ceppi batterici resistenti e quindi rendere sempre più difficile risolvere questo disturbo.

I rimedi naturali non generano antibiotico-resistenza e sono molto utili per purificare le vie urinarie.

Consigliamo l’assunzione di tinture madre dalle proprietà antibatteriche e diuretiche, utili per prevenire e contrastare cistite, uretrite, pruriti ed infiammazioni del tratto urinario sia nella donna che nell’uomo. Ma vediamo nello specifico le proprietà di ogni singolo ingrediente.

Proprietà e benefici delle erbe

Vediamo nel dettaglio le proprietà di ciascuna erba:

  • Uva ursina (Arcostaphylos uva ursi): svolge un’azione antibatterica e purificante sulle vie urinarie, grazie al suo contenuto in arbutina che a livello intestinale viene poi trasformata in idrochinone, sostanza che mostra efficaci proprietà batteriostatiche. Per questo motivo l’Uva Ursina è uno dei rimedi naturali più consigliati in caso di cistite.
  • Erica (Calluna vulgaris): mostra proprietà diuretiche e purificanti del tratto urinario. I suoi fiori, infatti, sono ricchi di tannini, principi attivi che svolgono una buona azione astringente e disinfettante;
  • Timo (Thymus vulgaris): stimola il drenaggio dei liquidi e grazie al suo contenuto di olio essenziale mostra un’azione antibatterica ed antifungina, molto utile per contrastare l’insorgenza della cistite;
  • Pilosella (Hieracium pilosella): stimola l’eliminazione dei liquidi, particolarmente diuretica, favorendo così l’espulsione dei batteri responsabili della cistite. Molto usata tra i rimedi naturali per cistiti ricorrenti, litiasi urinaria ma anche ritenzione idrica, cellulite e sovrappeso. Se vuoi saperne di più, leggi il nostro articolo sui benefici e le proprietà della Pilosella.

Oltre a questi rimedi ricordiamo alcuni accorgimenti pratici come:

  • non abusare con detergenti intimi e lavaggi troppo frequenti. Esagerare con l’igiene potrebbe alterare il giusto pH delle mucose ed abbassare le naturali difese dell’organismo.
  • non indossare indumenti troppo stretti e di materiali sintetici, preferire abiti comodi e di cotone. Questo per evitare un prolungato contatto con i batteri.

Si consiglia di chiedere consiglio al proprio medico curante se gli episodi di cistite diventano più frequenti o se nelle urine compaiono tracce di sangue. In questi casi il medico potrà escludere patologie gravi e prescrivere la terapia più adeguata (farmacologica o naturale).

Cistite, cosa mangiare e cibi da evitare

Di seguito alcuni consigli alimentari da preferire e quelli da evitare in caso di cistite.

  • Bere 2 litri di acqua al giorno a stomaco vuoto, l’acqua è un ottimo deterrente al ristagno dei batteri;
  • Evitare gli zuccheri raffinati in quanto lo zucchero favorisce la proliferazione dei batteri;
  • Evitare alimenti troppo dolci, troppo salati o piccanti e diminuire il consumo di carne rossa e salumi che possono peggiorare lo stato dell’infiammazione;
  • Ogni 2-3 mesi assumere un ciclo di fermenti lattici, che agendo sullo stato della flora batterica intestinale, migliorano l’eliminazione di sostanze nocive e di conseguenza aiutano il funzionamento delle naturali difese dell’organismo;
  • Prova a bere un infuso di foglie di Timo al mattino a digiuno o la sera prima di andare a dormire;
  • Durante il giorno aiutati con il succo di mirtillo, aiuta a purificare le vie urinarie e proteggere dall’azione negativa dei radicali liberi.

Fonti:

  • Enrica Campanini. (2012), Dizionario di fitoterapia e piante medicinali. Ed. Tecniche Nuove.
  • Paolo Campagna. (2008), Farmaci vegetali. Manuale ragionato di fitoterapia. Ed. Minerva Medica.
Erbecedario Erboristeria online: vendita prodotti naturali, artigianali ed italiani

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI