Approfondimenti

Il tempo balsamico, principi attivi e fitocomplesso

Tempo-Balsamico-Menta

Il tempo balsamico è il periodo in cui la pianta contiene la massima concentrazione dei principi attivi, è quindi il momento in cui la droga deve essere raccolta per poterla poi utilizzare in fitoterapia.

Dipende da vari fattori:

  • Luogo di coltivazione: pianura o montagna;
  • Terreno di coltivazione;
  • Esposizione solare;
  • Fattori climatici.

I principi attivi ed il fitocomplesso

Ogni pianta è composta da molecole, possono arrivare ad essere anche di 300 tipi diversi tra loro. L’insieme di queste sostanze forma il fitocomplesso.

Alcune di queste sostanze sono dotate di attività farmacologiche, i principi attivi, altre no, ma tutte concorrono a determinare l’attività terapeutica globale della pianta.

Il fitocomplesso è quindi un entità biochimica unitaria, dinamica ed intelligente dove ogni costituente ha una propria ragione d’essere presente, in quanto anche se non dotata direttamente di una specifica attività farmacologica, è in grado di interagire con tutte le altre molecole presenti, integrando in modo determinante l’azione dei principi attivi.

Per esempio sono in grado di aumentare, per sinergia, l’azione dei principi attivi, oppure diminuire gli effetti collaterali dei principi attivi.

“Il tutto è più che la somma delle singole parti”

In fitoterapia quindi l’azione terapeutica è data dalla somministrazione del fitocomplesso, cioè da un insieme di sostanze che “lavorano insieme” per produrre un effetto benefico, e non da un solo principio attivo.

  • Azione dolce, armonica, non violenta;
  • Maggiore tollerabilità da parte dell’organismo;
  • Minor rischio di tossicità ed assuefazione.

Qualche esempio

Infuso del te’ (Camelia sinensis)

La presenza di catecoline tannini modula gli effetti della caffeina, la cui azione risulta meno brutale e più prolungata.

Piante antrachinoniche (es.: Frangula, Rabarbaro, Senna)

La presenza dei tannini (azione astrigente), modula la potente attività lassativa degli antrachinoni rendendoli meno brutali.

Iperico (Hypericum perforatum)

Recenti studi hanno dimostrato che le proprietà antidepressive dell’Iperico (Hypericum perforatum) sono migliori con l’assunzione di un estratto totale (fitocomplesso), rispetto all’assunzione dei singoli principi attivi isolati (ipericina, iperforina) come invece si era inizialmente pensato.

Regole generali per la raccolta delle droghe

A seconda del tipo di droga da raccogliere ci sono modalità differenti:

  • Radici, rizomi, tuberi: si raccolgono durante il riposo vegetativo della pianta quindi in tardo autunno o ad inizio primavera prima che la pianta inizi a vegetare;
  • Cortecce e foglie: si raccolgono in primavera;
  • Gemme: si raccolgono ad inizio primavera, prima che le piante si schiudano;
  • Sommità: si raccolgono prima della completa fioritura;
  • Frutti: si raccolgono prima della completa maturazione;
  • Semi: si raccolgono prima della caduta spontanea.

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta