Approfondimenti

Olio essenziale di Eucalipto: come si estrae, composizione e proprietà

Olio Essenziale di Eucalipto

Come si estrae?

L’olio essenziale di Eucalipto si ricava dalla distillazione in corrente di vapore delle foglie e dei giovani ramoscelli di Eucaliptus globulus Labill., maestoso albero appartenente alla famiglia delle Myrtaceae originario del continente australiano ed ora diffuso in tutto il mondo. E’ una pianta che può raggiungere i 100 metri di altezza, con corteccia color cenere, foglie alterne ovali e coriacee e piccoli fiori bianchi o leggermente rosati. Per ottenere 1 kg di olio essenziale occorrono circa 55 kg di foglie e rami.

Qual è la sua composizione?

L’olio essenziale di eucalipto (come tutti gli oli essenziali) è una miscela di innumerevoli molecole, più di 50, questo spiega la sua polivalenza e la possibilità di utilizzarlo per il trattamento di differenti problematiche. Tra le molteplici sostanze contenute nell’olio essenziale di eucalipto si distinguono:

  • eucaliptolo (70-78%)
  • pinene (4-28%)
  • canfene (0-23%)
  • limonene (3,5%)
  • terpienolo (2-3%)
  • terpinen-4-olo (0,35%)
  • linalolo (0,25%)

Che proprietà possiede?

L’olio essenziale di eucalipto possiede le seguenti proprietà:

  • Balsamiche
  • Fluidificanti
  • Espettoranti
  • Purificanti
  • Lenitive

Quali sono i suoi utilizzi?

Olio Essenziale di Eucalipto per il benessere delle vie respiratorie

E’ uno dei rimedi naturali più conosciuti da utilizzare durante la stagione fredda per proteggere naso e gola.

  • In suffumigi: versare in una bacinella d’acqua bollente 5 gocce di olio essenziale di eucalipto ed inspirare i vapori. Ripetere due o tre volte al giorno;
  • Frizioni sul petto: sciogliere in un cucchiaino di olio di mandorle dolci 4 gocce di olio essenziale di eucalipto e massaggiare sul petto fino a completo assorbimento. Ripetere l’operazione due o tre volte al giorno;
  • Inalazione su fazzoletto: mettere poche gocce di olio essenziale di eucalipto su un fazzoletto e respirare di tanto in tanto durante il giorno;
  • Per via interna: in commercio esistono preparazioni ad uso interno (come sciroppi o capsule) con l’olio essenziale di eucalipto dosato correttamente. Evitare il fai da te per uso interno perché può essere molto pericoloso, in caso affidarsi sempre al consiglio di un esperto.

Contrastare disturbi reumatici

Può essere utilizzato per favorire il benessere artro-muscolare come  lenitivo effettuando dei massaggi sulla zona interessata con un olio vegetale o crema neutra al 2% di olio essenziale di eucalipto (eventualmente in aggiunta si può utilizzare anche l’olio essenziale di Rosmarino, Canfora o wintergreen).

Benessere vie urinarie

L’attività purificante si manifesta anche a livello dell’apparato urinario.  Si consiglia sempre di assumere prodotti appositi presenti in commercio a base di olio essenziale di eucalipto, evitando assolutamente il fai da te per evitare effetti indesiderati a livello renale ed epatico.

In aromaterapia

Se diffuso nell’ambiente l’olio essenziale di eucalipto è stimolante, favorisce l’attenzione e la concentrazione e riduce l’affaticamento mentale. Inoltre purifica e a rinfresca l’aria di ambienti chiusi, favorendo il respiro e donando una piacevole profumazione. Mettere alcune gocce di olio essenziale, in base alla grandezza dell’ambiente, sugli appositi diffusori e rinnovare ogni 2/3 ore.

Su capelli e pelle

Tra gli oli essenziali è uno di quelli più consigliati nella cura dei capelli, perché grazie alle sue proprietà sebo-riequilibranti, aiuta a combattere forfora e seborrea. Si possono aggiungere 3/4 gocce di olio essenziale di eucalipto in una dose di shampoo neutro.

Come per i capelli, è ideale anche per le pelli grasse: se ne aggiungono sempre alcune gocce in creme o detergenti neutri. L’olio essenziale di eucalipto per uso esterno ha mostrato buona efficacia contro le punture di insetti e recentemente ha espresso buona attività antivirale sull’Herpes simplex nella forma labiale. In questo caso si consigliano delle applicazioni locali di olio essenziale diluito al 2/3% in un olio vegetale o una crema neutra.

Controindicazioni ed avvertenze

A causa della sua potenza, è sconsigliato assumere l’olio essenziale per via interna, se non sotto controllo di un esperto o sotto forma di prodotti confezionati dove è dosato correttamente. Sulla pelle non va mai usato puro ma sempre diluito in veicoli idonei (oli vegetali, creme neutre, tinture madri).

E’ controindicato, sotto qualsiasi forma, nei soggetti con insufficienze epatiche e renali, negli epilettici e negli asmatici in quanto può causare broncospasmo.

E’ importante anche controllare la qualità dell’olio essenziale utilizzato, che deve essere 100% puro e naturale.

Questo articolo è a puro scopo informativo, si basa sull’uso popolare tradizionale e sulla letteratura scientifica, e non vuole essere in alcun modo di natura prescrittiva. Prima dell’utilizzo di qualsiasi rimedio naturale chiedere consiglio al proprio medico curante.

Erbecedario Erboristeria online: vendita prodotti naturali, artigianali ed italiani

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

    Lascia una risposta

    COMMENTI RECENTI